EA ha guadagnato quasi $1 miliardo dalle microtransazioni in appena tre mesi

"Tutti" le odiano ma i numeri danno ragione ai grandi publisher.

Se all'interno di questo sito o di qualsiasi altro sito specializzato lanciassimo un sondaggio chiedendo ai lettori la loro opinione in merito alle microtransazioni il risultato sarebbe scontato: praticamente tutti dichiarerebbero di odiare e disprezzare questo modello di business o di comprenderlo al massimo per elementi cosmetici e per i free-to-play.

Tenendo a mente un ragionamento molto semplice come questo verrebbe da domandarsi perché i grandi publisher scelgano comunque di utilizzarle attirando l'odio di parecchi videogiocatori. Semplice: i freddi numeri dicono che le microtransazioni sono una voce centrale nel bilancio che alla fine di ogni mese si presenta agli investitori e all'industria tutta. Un esempio? EA.

La spesso molto odiata Electronic Arts ha annunciato i risultati finanziari del trimestre che è terminato il 31 dicembre 2019. Il pacchetto microtransazioni denominato Live Services ha fatto registrare quasi $1 miliardo a livello di entrate. Per la precisione $993 milioni.

Considerando che complessivamente EA ha fatto registrare entrate per $1,593 miliardi in quel particolare trimestre, potete facilmente capire quanto le microtransazioni siano una gallina dalle uova d'oro per diversi publisher.

1

In parole povere sicuramente c'è una grande fetta di giocatori "core" che disprezza e boicotta il mondo delle microtransazioni ma i numeri parlano chiaro. Perché un grande publisher dovrebbe rinunciare a cifre del genere se il rischio è qualche crociata più o meno gestibile su forum frequentati solo da una parte infinitesimale del pubblico di massa?

Fonte: GameSpot

Vai ai commenti (1)

Riguardo l'autore

Alessandro Baravalle

Alessandro Baravalle

Redattore

Si avvicina al mondo dei videogiochi grazie ad un porcospino blu incredibilmente veloce e a un certo "Signor Bison". Crede che il Sega Saturn sia la miglior console mai creata e che un giorno il mondo gli darà ragione.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (1)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza