La retrocompatibilità di PS5 ed Xbox Series X influenzerà pesantemente il lavoro degli sviluppatori?

Lo sviluppatore di Journey to the Savage Planet dice la sua.

Siamo solo a febbraio e nonostante PS5 ed Xbox Series X arriveranno solamente alla fine di quest'anno, l'hype dei fan comincia a sentirsi. Sappiamo che entrambe le console saranno retrocompatibili, con Microsoft che cercherà di supportare un gran numero di titoli Xbox 360 ed Xbox One.

Tuttavia nasce spontanea una domanda: quanto questa funzionalità influenzerà il lavoro degli sviluppatori? A rispondere è il direttore creativo e co-fondatore di Typhoon Studios, Alex Hutchinson, che ha recentemente pubblicato Journey to the Savage Planet. Hutchinson ha dichiarato: "Sony e Microsoft sembrano voler pensare di pubblicare un hardware aggiornato più spesso, come gli smartphone, ma vogliono che il software rimanga statico. In realtà per noi sviluppatori significa che dobbiamo fare molto più lavoro perché dobbiamo supportare più piattaforme, il che rimuove uno dei punti chiave della console: essere una scatola affidabile con una lunga durata".

Anche se sembra ovvio, è comunque interessante pensare a come uno sviluppatore deve affrontare il problema. Parlando di periodi a lungo termine, invece di dedicare risorse a un nuovo titolo o nuovo contenuto, uno sviluppatore sarebbe obbligato così a concentrarsi sul supporto di titoli esistenti si più piattaforme.

ps5

PS5 e Xbox Series X arriveranno alla fine del 2020. Per quanto riguarda Journey to the Savage Planet, il gioco è attualmente disponibile per Xbox One, PS4 e PC.

Fonte: GamingBolt

Vai ai commenti (11)

Riguardo l'autore

Claudia Marchetto

Claudia Marchetto

Redattore

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (11)

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza