Quando Sony ha cancellato un promettente LittleBigPlanet per PC fan-made - articolo

Vi raccontiamo la storia di LittleBigPlanet Restitched, progetto fan-made per PC che Sony ha fatto cancellare. 

Nel 2008, Media Molecule pubblicò LittleBigPlanet, suo titolo d'esordio. L'idea dietro l'ambizioso progetto era di un videogame in cui i giocatori potevano creare i propri livelli e condividerli con la community o, come spiegato in modo più conciso dalla tagline: "Gioca, Crea, Condividi."

Dopo il suo rilascio, LittleBigPlanet fu acclamato dalla critica in modo quasi unanime, diventando una delle più interessanti esclusive per PlayStation 3 di Sony. Ma dopo due sequel e diversi spinoff, la serie è caduta in una sorta di letargia, e l'assenza di supporto ufficiale ha frustrato i fan più appassionati.

Media Molecule sembra aver accantonato la serie, focalizzandosi sul suo appassionato e più recente progetto, un altro "gioco creativo" chiamato Dreams. Nel mentre, chi sta ancora giocando LittleBigPlanet 3, il terzo gioco della serie sviluppata da Sumo Digital, ha segnalato frequenti problemi di profili corrotti e altri glitch che stanno allontanando inesorabilmente la community. Questi problemi hanno spinto alcuni giocatori a condividere suggerimenti su Reddit per evitare o quantomeno limitare le conseguenze. Si prospettava un futuro tetro per i fan di LittleBigPlanet, finchè, alla fine del 2019, si è riacceso un barlume di speranza.

Nel novembre 2019 Trixel Creative, una community di creator che hanno partecipato allo sviluppo di contenuti per giochi come The Sims 4, Dreams e LittleBigPlanet, ha annunciato LittleBigPlanet Restitched, un gioco fan-made che avrebbe portato Sackboy ad affrontare ancora una volte le avventure create dalla community. Ma purtroppo, come spesso accade ai progetti portati avanti dai fan, Restitched è stato cancellato poco dopo il suo emozionato annuncio, con l'invio di una diffida via email nel gennaio 2020 da parte di Sony Interactive Europe.

Abbiamo contattato il team di Trixel Creative il giorno prima dell'email di Sony, per discutere quello che inizialmente sarebbe dovuto essere l'annuncio del progetto. Ma dopo aver saputo della notizia abbiamo cercato di scoprire cosa sia accaduto, quanto avanzati fossero i lavori del team e perché gli sviluppatori abbiano dedicato quasi un anno di tempo a cercare di ridar vita alla serie LittleBigPlanet.

1
LittleBigPlanet Restitched, com'era nel novembre 2019.

Per buona parte dei membri di Trixel Creative, LittleBigPlanet non è solo un gioco ma una seconda casa. La maggioranza degli sviluppatori con cui abbiamo parlato aveva meno di dieci anni all'uscita del primo capitolo della serie. Alcuni di loro hanno conosciuto i propri migliori amici giocando LittleBigPlanet e danno al titolo il merito di averli indirizzati nelle carriere di programmazione e di design grafico e artistico.

"Sono cresciuto con LittleBigPlanet fin da giovane", ha dichiarato Halston Stephenson, un membro del team di Trixel Creative residente in USA e coinvolto nel progetto. "Avevo circa otto o nove anni quando fu pubblicato e l'avevo sempre giocato grazie alla PS3 di un mio cugino. Circa un anno dopo mi fu regalata la PS3 per il mio compleanno, e seppi immediatamente quale gioco recuperare. Da allora fu amore a prima vista."

"LittleBigPlanet mi ha fatto capire fin da giovane che creare giochi è qualcosa alla portata di tutti", dice Ethan Hanbury, un altro membro del team Trixel Creative, stavolta residente in UK. "Ci sono tantissime persone che vorrebbero comunicare attraverso forum di appassionati e lavorare insieme a progetti all'interno del gioco. Ho ancora contatti con tante persone che ho incontrato per la prima volta grazie alla community di LBP ed è incredibile scoprire ciò che tutti si sono infine trovati a fare. Al momento mi trovo all'ultimo anno di studio di animazione 3D e spero di poter entrare a far parte dell'industria videoludica appena conclusi gli studi quest'estate."

"Ho scoperto LittleBigPlanet quando avevo circa otto anni", ci ha raccontato Julian Treveri, membro statunitense di Trixel Creative. "Un vicino me l'ha mostrato e ho immediatamente cominciato a supplicare i miei genitori per ricevere una PlayStation e una copia del gioco. Sviluppai una dipendenza dal creare cose al suo interno. Ho speso un sacco di tempo a vagare nel mio piccolo mondo. Forse un po' troppo."

2
Il prototipo degli adesivi di LittleBigPlanet Restitched.

L'idea di LittleBigPlanet Restitched è arrivata quando Treveri ha scoperto una libreria di codici open-source chiamata ClipperLib, con la funzionalità di manipolare le forme attraverso tagli e aggiunte. Trasferendo il tutto in Unity, Treveri creò un semplice prototipo in cui i giocatori avevano modo di creare e cancellare forme 3D, in modo simile alla Modalità Crea presente nei giochi LittleBigPlanet.

"I ragazzi di Trixel desideravano realizzare un gioco amatoriale di LittleBigPlanet già da un po'", ha spiegato Treveri. "Quando hanno visto questa potenziale, grezza ossatura, mi chiesero se avessi interesse a creare un LittleBigPlanet fan-made con loro, e io dissi di sì!"

Da lì, il progetto entrò in sviluppo a partire dall'inizio del 2019, con i primi quattro mesi focalizzati sulla creazione di concept, adesivi e implementazione dell'interfaccia di gioco. Alla fine altre persone si sono imbarcate nel progetto, facendo crescere il team fino a 20 sviluppatori totali. Questo gruppo, più numeroso, ha iniziato a realizzare le basi per la Modalità Crea, sviluppando i controlli per il giocatori, la fisica e il sistema di creazione dei materiali.

Il piano era di creare un'esperienza che avrebbe emozionato i fan della serie e che avrebbe fatto parlare di nuovo di LittleBigPlanet. Tuttavia, a causa dell'impossibilità di finanziare il lavoro per paura di una diffida a proseguire da parte di Sony, il progetto sarebbe dovuto scendere a qualche compromesso, come ad esempio cercare alternative ai server online per offrire ai giocatori un'esperienza di co-op.

"Tutto ha cominciato a funzionare dopo che noi tutti abbiamo lavorato separatamente per alcuni mesi, ed è stato magico", dice Sephenson. "Realizzammo una build per registrare il nostro trailer di annuncio e, nonostante avesse qualche bug (come prevedibile da una versione così precoce) tutto ha preso forma molto in fretta. Giocare LBP su PC era una sensazione strana ma benvenuta e il tutto ha funzionato e molto meglio di quanto, penso, alcuni di noi si aspettassero!"

Consapevole dell'instabile terreno legislativo su cui si stava incamminando, il team prese contatto con il gestore della community di LittleBigPlanet presso Sumo Digital e gli furono offerti alcuni consigli e linee guida. Tra i suggerimenti ricevuti, era chiaramente presente quello di comunicare che il progetto era amatoriale, così che i giocatori fossero consapevoli che non si trattasse in alcuna maniera di un prodotto ufficiale. Questo significava porre un avviso nello stesso logo, per evitare confusioni. Fu anche raccomandato di evitare il crowdfunding del gioco, per assicurarsi che il progetto risultasse del privo di fini di lucro.

Nonostante queste precauzioni, la diffida è arrivata la mattina del 17 Gennaio 2020 nella casella email di Trixel Creative, così come nella posta elettronica personale di uno dei membri del team. Si è trattato di un messaggio - forse inevitabile - che ha posto rapidamente fine al progetto.

La reazione prevalente del team è stata la confusione. Non soltanto perché Sony era riuscita a contattare un membro che non aveva condiviso pubblicamente la propria casella di posta, ma anche perché gli sviluppatori erano a conoscenza di diversi altri progetti fan-made relativi LittleBigPlanet che non erano stati colpiti e affondati. La diffida presentava come motivazione per la cancellazione del progetto la sua "commercializzazione", il che ha causato ancor più perplessità all'interno del team.

4
Nel dicembre 2019 Trixel Creative ha annunciato con emozione LittleBigPlanet Restitched. Un mese dopo, il progetto è stato cancellato.

C'è forse stato un certo livello d'ingenuità tra gli sviluppatori di LittleBigPlanet Restitched, un gioco amatoriale che, a prescindere da cosa Media Molecule potesse pensare al riguardo, utilizzava un marchio registrato e una proprietà intellettuale Sony senza aver sottoscritto un contratto di licenza. Tuttavia oggi gli sviluppatori dicono di aver compreso la decisione e credono che il potenziale rilascio del progetto su PC è stato ciò che ha spinto Sony a chiamare in causa gli avvocati.

"Abbiamo sempre saputo che il dipartimento legale di Sony aveva totalmente e giustamente diritto di proteggere la propria IP", ha commentato Stephenson. "[Tuttavia] la diffida ci ha colto leggermente di sorpresa, considerando il supporto che ci era stato mostrato dagli sviluppatori di Media Molecule, assunti da PlayStation e originari creatori dell'IP, che ci hanno aiutato a portare avanti il progetto e a rivelarlo durante la nostra diretta per il Tri-Expo 2019."

"Stavo lavorando a LBP Restitched come parte del mio ultimo, principale progetto collaborativo per l'università", ha aggiunto Hanbury. "Per cui è stato un po' surreale quando ho dovuto spiegare ai miei docenti che era stato cancellato dai legali di Sony."

"Amiamo e rispettiamo LittleBigPlanet e i suoi sviluppatori, e non siamo risentiti per le azioni legali di Sony", ha insistito Stephenson. "Li rispettiamo profondamente, stanno semplicemente proteggendo la loro proprietà intellettuale. Se LittleBigPlanet fosse stato già disponibile su PC, allora le cose sarebbero potute andare diversamente. In ogni caso siamo tutti grandissimi fan del franchise LittleBigPlanet e non vediamo l'ora di scoprire cos'ha in serbo Sony per il futuro di questa IP."

3
LittleBigPlanet 3 è ufficialmente giocabile su PC attraverso l'abbonamento al servizio streaming PlayStation Now.

Il team ha prontamente cancellato ogni menzione di Restitched dal proprio sito web e ha deciso di riorganizzare il progetto in qualcosa di originale. Questo nuovo titolo offrirà del contenuto creato dagli utenti con lo stesso spirito di LittleBigPlanet, ma con un'identità e dei personaggi proprietari. E, nei riguardi di cosa aspettarsi circa questa identità estetica, il team si è mostrato poco incline a rivelare i dettagli.

"Vorrei che questo progetto fosse ciò che Parkitect è stato per RollerCoaster Tycoon", ha spiegato Thomas Voets, un membro di Trixel Creative residente in Olanda. "Un approccio ringiovanito che modernizza alcuni aspetti, mantenendo il fascino dell'originale fondamentalmente intatto, creando un'esperienza fresca eppur familiare. A livello personale, in quanto compositore, voglio realizzare il maggior numero possibile di musiche, così che le persone possano scatenarsi nel creare temi per i loro livelli."

"I programmatori non vedono l'ora di usare le fondamenta di ciò che abbiamo creato per il nostro nuovo titolo basato sulla creazione di contenuto da parte degli giocatori", ha detto Stephenson. "Hanno dato il massimo per diversi mesi per creare la base dell'interfaccia utente, l'illuminazione, la modifica delle mesh per la creazione dei livelli, e il sistema di movimento del giocatore."

"Per la realizzazione di diversi aspetti del gioco, stiamo prendendo ispirazione da diversi titoli basati sulla creazione di contenuto da parte degli utenti, ma più di ogni altra cosa desideriamo offrire qualcosa di originale, pur conservando quello spirito di LittleBigPlanet che ci ha fatto innamorare. Trattandosi di un nuovo titolo, libero dai limiti imposti da restrittive linee guida e dalle aspettative della community, davanti a noi si sono aperte tantissime opportunità per creare nuove meccaniche e un nuovo tipo di contenuto. Chissà cosa potrete mai vedere?"

Abbiamo contattato Sony, come anche Mark Healey di Media Molecule, uno dei co-creatori di LittleBigPlanet, per ricevere qualche opinione. Sony deve ancora rispondere ma Healey ha offerto parole d'incoraggiamento per tutto il team: "È fantastico che LBP sia così amato, e ovviamente auguro buona fortuna allo studio per i loro progetti futuri," ha dichiarato Healey. "Adoro che LBP e Dreams possano essere catalizzatori per creatori e team per riunirsi, sbocciare e addentrarsi in nuovi, eccitanti ambienti, per cui magari anche questa storia porterà a questo tipo di conclusione."

Nonostante i fan del progetto possano essere rimasti delusi dalla notizia della cancellazione di LittleBigPlanet Restitched, la prospettiva di un nuovo titolo con lo stesso stile è senza dubbio emozionante. LittleBigPlanet ha giocato un ruolo importante nelle vite di tanti giocatori diventati adulti, e si spera che, qualunque cosa Trixel stia facendo bollire in pentola, possa creare lo stesso spirito di gruppo e ispirare una nuova generazione a mantenere vivo il sogno.

Vai ai commenti (4)

Riguardo l'autore

Jack Yarwood

Jack Yarwood

Redattore

Jack is a freelance writer from Manchester. His interests include music, point-and-click adventure games, and stealing strangers’ booty in Sea of Thieves.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (4)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza