Il director di Resident Evil 3 Remake è un veterano di Platinum Games che in passato ha già lavorato ad altri Resident Evil

Un grande professionista ha guidato lo sviluppo.

Kiyohiko Sakata, veterano della serie Resident Evil e di Platinum Games, è stato rivelato come director del'imminente remake di Resident Evil 3.

Secondo un'intervista con Dengeki, Sakata è alla guida del remake con la sua compagnia Red Works. Resident Evil 3 è anche co-sviluppato da K2 Inc e dalla nuova società M-Two Inc.

Sakata ha lavorato ai primi quattro giochi di Resident Evil come programmatore e designer e in particolare è stato il lead coder di Resident Evil 4.

Ha anche trascorso diversi anni in Platinum come programmer per Vanquish, Anarchy Reigns e The Wonderful 101.

Resident_Evil_3_remake_director_e1582652723975_480x376

Fonti di VGC hanno precedentemente indicato che il co-sviluppatore di Resident Evil 3, M-Two, è stato fondato dall'ex CEO di Platinum, Tatsuya Minami.

Minami ha una lunga storia con Capcom, avendo iniziato come designer in Street Fighter II Turbo e Super Ghouls and Ghosts, prima di produrre giochi delle serie Resident Evil, Mega Man e Devil May Cry.

Minami ha poi lasciato Capcom per formare ODD Ltd nel 2006, che è stata successivamente fusa con SEEDS Inc per formare PlatinumGames. Minami è stato presidente di PlatinumGames fino alle sue dimissioni nel 2016.

La M-Two è stata costituita l'anno successivo con il finanziamento di Capcom, anche se è chiaro che la società è tecnicamente indipendente e ha i suoi progetti.

Il remake di Resident Evil 3 arriverà il 3 aprile su PS4, Xbox One e PC.

Che ne pensate?

Fonte: VGC.

Vai ai commenti (0)

Riguardo l'autore

Matteo Zibbo

Matteo Zibbo

Redattore

Appassionato di videogiochi e musica (quella più rumorosa e veloce possibile), ha un'insana passione per i GdR occidentali che gli sta condizionando l'esistenza.

Contenuti correlati o recenti

The Medium per PC svela i requisiti ufficiali e le specifiche dettagliate per il Ray-Tracing

Scopriamo cosa servirà per far girare il titolo di Bloober Team.

Days Gone su PS5 a 60 FPS stupisce nella video analisi di Digital Foundry?

Frame rate stabile anche con le orde di freakers più gigantesche?

Project Mara di Ninja Theory vuole 'catturare la realtà' nel nuovo imperdibile video

Il misterioso progetto a tinte horror torna in un video dietro le quinte.

Articoli correlati...

Commenti (0)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza