FIFA 20: due fan messicani affrontano un viaggio di 8000 chilometri per incontrare il loro eroe Adebayo Akinfenwa

I fan non si fermano davanti a niente.

Due grandissimi fan di calcio e FIFA 20 hanno finalmente coronato il loro sogno dopo aver affrontato un viaggio di oltre 5000 miglia: incontrare la star dei Wycombe Wanderers, Adebayo Akinfenwa.

Frenzel e Francisco Gamez giocano regolarmente nei panni di Wycombe in FIFA 20, considerato uno dei calciatori più forti dell'intero gioco, con un rating di forza pari a 97. L'ammirazione per questo sportivo era talmente elevata che, ad un certo punto, entrambi hanno deciso di incontrarlo di persona, nonostante li separasse un viaggio non indifferente: dal Messico all'Inghilterra ballano infatti ben 8600 chilometri.

Dopo aver messo da parte la somma necessaria per il viaggio e aver pianificato il tutto, i due fratelli hanno raggiunto la Gran Bretagna, dove hanno potuto assistere alla partita di League One contro i Tranmere Rovers.

Ecco quanto dichiarato dai fratelli giramondo in un'intervista con ESPN:

"Era la prima volta che affontavamo un viaggio internazionale. Avevamo pianificato il viaggio perché mio fratello voleva incontrare Akinfenwa e il team di Wycombe, dato che era diventato un grande fan giocando a FIFA. Abbiamo saputo di Akinfenwa quando un giornale aveva scritto che era il più grande giocatore sul pianeta ed è stato in quel momento che abbiamo iniziato a seguirlo.".

Frenzel e Francisco sono stati anche abbastanza fortunati da vedere Akinfenwa attivare la sua iconica "Beast Mode" e segnare, portando la squadra a vincere la partita 3-1. Quando è stato il momento di incontrare il calciatore, l'intera squadra è rimasta talmente colpita dalla storia dei due fratelli, che hanno deciso di riservare loro il trattamento VIP, con tanto di cena di gruppo.

"Non ci aspettavamo di ricevere nulla e invece le persone, la città e la squadra ci hanno donato una delle esperienze più belle della nostra vita. Se possibile, torneremo a vedere la squadra in azione. C'è quel feeling di intimità che ti fa sentire felice.".

Al momento della separazione, i due fratelli hanno salutato la squadra donando a tutti una serie di portafortuna tipici del loro paese d'origine, inclusi cappelli da mariachi e maschere da luchador, personalizzati con i colori del Wycombe.

Insomma, il viaggio è stato lungo, ma per loro ne sarà sicuramente valsa la pena. Voi che ne dite? Affrontereste mai un viaggio intercontinentale per incontrare i vostri eroi? Oppure l'avete già fatto? E con chi?

Fonte: ESPN

Vai ai commenti (0)

Riguardo l'autore

Marcello Ruina

Marcello Ruina

Redattore

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (0)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza