Celeste troppo difficile? Gli sviluppatori svelano i piccoli 'aiuti' nascosti nella perla indie

E pensate se non ci fossero stati nemmeno questi...

Celeste sarà anche un platformer indipendente amato da tutti, ma è anche considerato uno dei più difficili della categoria. Eppure, nonostante sia facile imprecare contro il gioco per la sua difficoltà, gli sviluppatori hanno dimostrato che in Celeste sono presenti numerosi piccoli "aiuti" per rendere il tutto meno frustrante.

Maddy Thorson, creatrice del gioco, ha illustrato su Twitter, con una lunga serie di messaggi, i dettagli sul movimento della protagonista e di come il titolo "intervenga" per facilitare il compito dei giocatori, anche se non lo hanno mai notato finora.

Fra gli esempi illustrati, c'è il fantomatico "coyote time", ovvero la possibilità di saltare anche si è caduti dalla piattaforma per una frazione di secondo (una citazione ai classici sketch di Wile E. Coyote). In altri esempi, forse leggermente più facili da notare in-game, la protagonista Madeline corregge la propria posizione quando colpisce un ostacolo e, addirittura, è in grado di effettuare il wall jump senza aver toccato il muro.

Perché tutto questo? Lo spiega l'autrice:

"Potreste aver notato un filo comune. Tutte queste meccaniche sono incentrato sull'ampliamento delle tempistiche, in modo che tutto sia leggermente spostato in favore del giocatore. Penso che questo sia il motivo per cui Celeste appare benevolo anche quando è molto difficile...perché vuole che tu riesca.".

Quando si ha a che fare con giochi difficili come Celeste, ogni aiuto è prezioso. Cosa ne pensate? Avete notato anche voi queste piccole "benedizioni" mentre giocavate?

Fonte: Polygon

Vai ai commenti (1)

Riguardo l'autore

Marcello Ruina

Marcello Ruina

Redattore

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (1)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza