Doom Eternal un successo su Steam nonostante la gaffe del DRM

Un piccolo incidente non ferma l'avanzata del DoomSlayer.

Doom Eternal ha avuto un ottimo lancio su Steam. Nel primo giorno di disponibilità, la nuova creatura di id Software ha visto ben oltre 100mila giocatori connessi in contemporanea e, in questo momento, quel numero è ancora superiore a 55mila.

Stando ad una comparazione diretta con il primo capitolo, fatta dal noto analista Daniel Ahmad, Doom Eternal se la sta cavando decisamente meglio del predecessore, uscito nel 2016. Nel giorno di debutto, infatti, Doom 2016 aveva "solamente" 44mila giocatori in contemporanea: questo significa che il sequel ha più che raddoppiato il risultato originale.

Il successo di Doom Eternal sarà sicuramente un'ottima notizia per id Software e un modo per consolarsi dal loro ultimo, clamoroso errore. Per chi non se lo ricordasse, Doom Eternal su PC è protetto da Denuvo, il noto DRM. Tuttavia, quando il gioco è stato pubblicato sul launcher di Bethesda, la versione caricata aveva un file eseguibile privo di qualsivoglia DRM: questo significa che il titolo, per un errore del publisher, era completamente piratabile fin dal day one.

L'errore è stato sistemato in tempi record con una patch, ma il danno era ormai stato fatto e ora in rete circolano liberamente le copie di Doom Eternal senza DRM. Nonostante tutto, il gioco si sta dimostrando un successo di vendite (almeno su Steam), quindi non dovrebbero esserci stati dei danni irreparabili.

Cosa ne pensate? Contenti del successo di Doom Eternal?

Fonte: Eurogamer

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (3)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza