Borderlands 3 è stato un successo ma Gearbox è nell'occhio del ciclone: gli sviluppatori accusano bonus inferiori agli accordi

La software house al centro di una nuova polemica.

Borderlands 3 è stato un grande successo di vendite quando è stato lanciato lo scorso autunno, secondo il suo publisher 2K, che lo ha descritto come "un marchio globale da miliardi di dollari". Ecco perché è stato scioccante per i dipendenti di Gearbox apprendere dal CEO dello studio, Randy Pitchford, che non avrebbero ricevuto i significativi bonus che si aspettavano.

I dipendenti dello studio riceveranno piccoli bonus, ma nulla se confrontati a ciò che molti si aspettavano. Questo è emerso sulla base di conversazioni con sei persone vicine a Gearbox, che hanno parlato in forma anonima perché non erano autorizzate a rivelare l'accaduto. Alcuni hanno detto che è stata una notizia che ha rovesciato i loro piani finanziari per il futuro.

Gearbox offre ai suoi dipendenti stipendi inferiori alla media per l'industria dei videogiochi, secondo più di una dozzina di dipendenti Gearbox attuali ed ex che hanno parlato con Kotaku nel corso degli anni. Per compensare questa situazione, lo studio offre qualcosa di unico: la partecipazione agli utili. Le royalties di tutti i giochi dello sviluppatore sono divise 60/40, con il 60% che rientra nella società (e i suoi proprietari) mentre il 40% è distribuito ai dipendenti sotto forma di bonus trimestrali. Questo sistema è stato messo in atto sin dalla fondazione di Gearbox. Quando uscì Borderlands 2 nel 2012, molti dipendenti di Gearbox sono riusciti a fare abbastanza soldi per acquistare case, un fatto che lo studio ha spesso propagandato mentre reclutava nuovi dipendenti.

Da allora, tuttavia, Gearbox ha incontrato qualche difficoltà, con flop come Aliens: Colonial Marines (2013) e Battleborn (2016). Di conseguenza, i bonus trimestrali sono diventati più piccoli negli ultimi anni. Nel 2020, ciò sarebbe dovuto cambiare. Diversi dipendenti di Gearbox hanno dichiarato a Kotaku che il management dell'azienda aveva promesso loro grandi bonus in seguito al lancio di Borderlands 3. Più anni si è stati con l'azienda, più grande sarebbe stato l'assegno.

zeoptpekea2apa5brdbe

Pitchford avrebbe anche detto agli sviluppatori di Gearbox che se non fossero rimasti soddisfatti del sistema di royalty, sarebbero stati invitati a smettere, secondo coloro che erano presenti alla riunione. I bonus ridotti non sono stati collegati alla pandemia di Coronavirus, che ha portato a incertezza economica e tagli alle retribuzioni in molti altri campi.

Quando è stato chiesto un commento, Gearbox ha inviato la seguente dichiarazione:

"Borderlands 3 rappresenta un grande valore per i giocatori e un risultato incredibile per il team di Gearbox Software. Il nostro studio è guidato da talenti e crediamo fortemente in tutti coloro che condividono la redditività. Il talento di Gearbox gode del più generoso sistema di bonus per le royalties in ambito AAA. Da quando è iniziato questo programma, i talenti di Gearbox hanno guadagnato oltre $ 100 milioni di premi royalty oltre al tradizionale compenso".

"Nell'ultimo periodo di retribuzione, i talenti di Gearbox hanno avuto notizia del fatto che Borderlands 3, avendo guadagnato entrate superiori al più grande investimento mai realizzato dalla società in un singolo videogioco, era diventato ufficialmente un titolo redditizio e gli sviluppatori di Gearbox hanno ora guadagnato il primo bonus di royalty su quel profitto.".

Tuttavia, nella recente riunione il capo di Gearbox Randy Pitchford ha detto ai dipendenti che i bonus di Borderlands 3 saranno significativamente inferiori a quanto speravano, secondo tre persone presenti. E' stato detto anche che il gioco è stato più costoso del previsto.

Il gioco comunque ha venduto molto bene: "ci aspettiamo che le vendite di unità a vita siano un record per la serie", ha detto a febbraio Strauss Zelnick, CEO della società madre Take-Two, ma è costato troppo . Un grande fattore è stato il passaggio di tecnologia a metà dello sviluppo, da Unreal Engine 3 a Unreal Engine 4, che ha aggiunto molto tempo al progetto. Inoltre, prima che Gearbox potesse ricevere royalties dal publisher 2K, Borderlands 3 avrebbe dovuto recuperare non solo l'intero budget del gioco (circa $ 95 milioni), ma anche il budget per tutti i contenuti scaricabili (per un importo vicino ai $ 140 milioni), grazie a un contratto che le due società avevano firmato.

Che ne pensate?

Fonte: Kotaku.

Vai ai commenti (0)

Riguardo l'autore

Matteo Zibbo

Matteo Zibbo

Redattore

Appassionato di videogiochi e musica (quella più rumorosa e veloce possibile), ha un'insana passione per i GdR occidentali che gli sta condizionando l'esistenza.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (0)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza