Disintegration - anteprima

V1 Interactive spiega il futuro della campagna single player. 

Disintegration, che in un primo tempo si era presentato come First Person Shooter di squadra con elementi tattici, ci tiene a sottolineare una cosa: il multiplayer non sarà l'unica modalità di gioco disponibile, ma anzi presenterà una storia ben definita che ci accompagnerà in una campagna single player della durata di 12/15 ore.

In un futuro non troppo lontano (e ormai stranamente familiare), problemi climatici, sovrappopolazione e una pandemia globale hanno messo in ginocchio le nazioni e portato sull'orlo dell'estinzione il genere umano.

Per risolvere questa situazione, scienziati da tutto il mondo si sono uniti per creare un sistema per estrarre il cervello umano ed inserirlo all'interno di armature robotiche. Un sistema che doveva essere temporaneo per far fronte a questa emergenza globale, ha funzionato per molte decadi permettendo all'umanità di sopravvivere in condizioni non ottimali. Ma questo nuovo modo di vivere per molti divenne l'unico concepibile.

Nacque così una fazione di post-umani, i Rayonne, i cui membri rifiutarono il ritorno ai loro corpi di carne e ossa, cominciando una crociata contro gli ultimi umani rimasti, forzando una conversione a questo stile di vita, o semplicemente eliminando quelli che si opponevano.

In Disintegration, vestiremo i panni di un ribelle, Romer, un "integrato" (cervello umano in corpo robotico). La storia di Romer è assai particolare: fu uno dei primi umani a voler diventare integrato, non per necessità ma per fama.

Questa trasformazione lo rese una celebrità e gli garantì una carriera fiammeggiante come pilota di grav-cycles. Ma le pressioni dei Rayonne e il loro estremismo gli garantirono un posto d'eccellenza nella loro lista nera quando decise di ribellarsi. Il nostro compito sarà duplice: salvare più ribelli possibile e contrastare l'avanzata totalitaristica dei Rayonne.

Possiamo definire Disintegration come uno sparatutto in soggettiva, con componenti tattiche di squadra. A bordo del nostro grav-cycle (un veicolo a reazione armato fino all'estremo), non solo ci troveremo direttamente nel mezzo dell'azione usando il nostro arsenale per completare la missione, ma saremo allo stesso tempo al comando di una squadra di integrati come noi, a cui dovremo dare ordini in tempo reale (o quasi) per aiutarci in combattimento o per completare obiettivi specifici e cruciali per il successo della missione.

A differenza della modalità multiplayer infatti, quando dovremo controllare la nostra banda di fuorilegge il tempo in gioco rallenterà per darci modo quindi di impartire ordini senza dover fare tutto di fretta. Una scelta questa che rende più facile una gestione che spesso, per via dell'azione frenetica, veniva messa in secondo piano durante le sessioni multiplayer.

01
A bordo del nostro grav-cycle potremo impartire ordini alla nostra squadra. L'uso delle coperture sarà fondamentale.

Le varie missioni si svolgeranno in numerose ambientazioni, che andranno dai deserti alle zone innevate, passando per metropoli devastate e laboratori segreti, tutte con la caratteristica comune della "distruttibilità" dell'ambiente. Sarà possibile infatti far saltare per aria barricate e muri, cambiando pertanto di volta in volta il posizionamento nostro e della nostra squadra, dotata questa di un'intelligenza artificiale notevole nello scegliere nuove coperture per evitare il fuoco nemico.

Un'altra componente chiave di queste missioni single player sarà l'esplorazione della mappa. Non saremo sempre nel mezzo dell'azione ma potremo perlustrare la zona di combattimento prima di buttarci a capofitto nella tempesta di proiettili. Non solo, potremo raccogliere rottami dalle varie macerie e usarli per migliorare le abilità e i danni delle nostre truppe con un sistema di upgrades molto interessante.

Il nostro grav-cycle non sarà sempre lo stesso e, a seconda del tipo di missione e del tipo di squadra a nostra disposizione, potremo usarne di divers, con armi e stili di gioco a volte diametralmente opposti.

02
Uno scorcio preso da una delle missioni urbane. Il pericolo si nasconde in ogni angolo e il posizionamento diventa cruciale.

Al momento non è prevista una modalità co-op per le missioni, vista la complessità di gestire il tempo semi-reale con più di un giocatore, ma è sicuramente un'opzione che i ragazzi di V1 stanno considerando.

Disintegration presenta una campagna interessante, con una modalità di gioco sicuramente innovativa e diversa da ciò che il panorama videoludico offre al momento. La lunghezza della trama e l'annuncio di nuovi capitoli in lavorazione, lo rendono sicuramente un titolo molto interessante e da tenere sott'occhio.

Vai ai commenti (0)

Riguardo l'autore

Alberto Naso

Alberto Naso

Redattore

Appassionato di videogiochi fin dall'infanzia, non sembra voler smettere da adulto. Streaming, articoli e la gestione di un negozio di giochi riempiono le sue giornate, col desiderio di giocare sempre un'altra partita. Potreste incontrarlo molto probabilmente nelle vaste terre di Azeroth.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (0)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza