PS5 e Xbox Series X 'garantiranno nuove opportunità che non abbiamo mai avuto prima'

L'ex Respawn Drew McCoy entusiasta delle console next-gen.

L'ex fondatore di Respawn, Drew McCoy, ha annunciato (insieme al collega ex programmatore di Respawn Jon Shiring) la fondazione di Gravity Well, un nuovo studio di sviluppo focalizzato su titoli AAA progettato per il lavoro da remoto.

In un'intervista pubblicata su GamesIndustry, l'ex fondatore di Respawn ha discusso del suo entusiasmo per la next-gen, in particolare ha parlato della potenza e della velocità che offriranno PS5 e Series X, che potrebbero portare a nuove opportunità dal punto di vista dello sviluppo.

"Non abbiamo fatto nient'altro che giochi AAA e non vogliamo fermarci. E il passaggio alla next-gen con Xbox Series X e PlayStation 5 è davvero emozionante. È in sintonia con il nostro desiderio di trovare nuovi spazi che le persone non hanno esplorato".

"Mentre questa nuova generazione sembra un'iterazione di ciò che abbiamo già visto, penso che cose come la potenza della CPU e la velocità I/O in realtà aprano opportunità che non abbiamo mai avuto prima".

dualsense_ps5_xbox_series_x_controller_half

Altrove nell'intervista, McCoy ha sottolineato che lo spazio dei tripla A ha visto poca innovazione ed è qualcosa che Gravity Well cercherà di risolvere con i suoi giochi.

"Lo spazio AAA è stato sempre più conquistato da enormi franchise che non sono in grado di esprimere facilmente nuove idee". Secondo McCoy ci sono tantissime possibilità per "fare ciò che è stato fatto prima un po' meglio".

"Riteniamo che lo spazio AAA stia perdendo la voglia di cercare nuove cose. Guardando indietro ti accorgerai che una grande crescita esplosiva di un genere di solito non proviene da un'iterazione di una cosa già esistente; viene da una cosa nuova che non è mai stata vista prima". I sostanza, secondo McCoy, bisogna sperimentare e rischiare per trovare quel "qualcosa di mai visto prima", senza ripetere le formule che si conoscono già.

Il fondatore di Respawn ha anche parlato dell'obiettivo di rimanere uno studio agile, mantenendo il personale sugli 80 dipendenti circa, dato che Titanfall è stato realizzato con 70 sviluppatori e Titanfall 2 con 85.

Che ne pensate?

Fonte: Wccftech.

Vai ai commenti (4)

Giochi trattati in questo articolo

Riguardo l'autore

Matteo Zibbo

Matteo Zibbo

Redattore

Appassionato di videogiochi e musica (quella più rumorosa e veloce possibile), ha un'insana passione per i GdR occidentali che gli sta condizionando l'esistenza.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

ArticoloLe uscite del mese di luglio - articolo

La lama di Ghost of Tsushima, il ritorno di Paper Mario e l'armatura di Iron Man.

ArticoloLe 20 migliori ambientazioni dei videogiochi - articolo

Universi e setting capaci di bucare lo schermo e catturare l'immaginazione.

Commenti (4)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza