Call of Duty: Warzone ora richiede la verifica via SMS per i giocatori free-to-play su PC

Un nuovo requisito per arginare il problema dei cheater.

Call of Duty: Warzone ha da poco implementato un nuovo requisito per i giocatori free-to-play pensato per ridurre il numero di cheater.

Seguendo l'esempio di CS:GO e altri giochi free-to-play, Call of Duty: Warzone ora richiede l'autenticazione a due fattori (via SMS) per i giocatori free-to-play su PC.

Questo in pratica significa che chiunque non possiede il gioco completo deve associare un numero di cellulare attivo al proprio profilo, sul quale riceverà un messaggio SMS, in modo simile all'autenticazione a due fattori per la posta elettronica.

Per ora, questo è un requisito necessario solo per PC, ma dovrebbe rendere il processo di creazione di nuovi account molto più difficile per i cheater.

Ovviamente questa non è una soluzione totalmente infallibile, poiché esistono siti che generano numeri mobile temporanei. Ma è sicuramente un passo nella giusta direzione per un gioco che ha avuto un bel po' di problemi con i cheater.

Proprio il mese scorso, Warzone ha iniziato ad "abbinare" i cheater con altri cheater in lobby separate.

Che ne pensate?

Fonte: VG247.

Vai ai commenti (0)

Riguardo l'autore

Matteo Zibbo

Matteo Zibbo

Redattore

Appassionato di videogiochi e musica (quella pi¨ rumorosa e veloce possibile), ha un'insana passione per i GdR occidentali che gli sta condizionando l'esistenza.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (0)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza