The Last of Us Part II ha ambienti così vasti che i giocatori potrebbero perdersi alcuni eventi e contenuti

Niente open world ma in una sola run potremmo perderci qualcosa.

The Last of Us Part 2 è uno dei titoli più attesi del 2020. Questo gioco ha un seguito enorme e Naughty Dog si sta preparando a lanciarlo il mese prossimo. Per migliorare ulteriormente l'esperienza di gioco, il team di sviluppo ha pubblicato un nuovo video che mostra il lavoro svolto per sviluppare un'esperienza coinvolgente.

Questo nuovo filmato offre alcune informazioni interessanti soprattutto per quanto riguarda il design dei livelli, che sarà un po' più aperto rispetto al primo The Last of Us.

I giocatori, infatti, avranno più aree da esplorare per cercare rifornimenti per la sopravvivenza. Naturalmente, questo ha consentito agli sviluppatori di creare incontri e contenuti unici. In effetti, l'ultimo video menziona il fatto che ci saranno alcuni casi in cui i giocatori potrebbero perdersi un evento completamente scriptato non esplorando totalmente un'area. Questo potrebbe dare ai giocatori un certo incentivo nel ripetere il gioco, per vedere cosa si sono persi.

Inoltre, non ci sarà la possibilità di upgradare completamente Ellie in una sola partita. Tuttavia, non sappiamo se questo significhi che potrebbe esserci una modalità New Game Plus nel sequel.

The Last of Us Part 2 arriverà il 19 giugno 2020 su PlayStation 4.

Che ne pensate?

Fonte: Gameranx.

Vai ai commenti (3)

Riguardo l'autore

Matteo Zibbo

Matteo Zibbo

Redattore

Appassionato di videogiochi e musica (quella più rumorosa e veloce possibile), ha un'insana passione per i GdR occidentali che gli sta condizionando l'esistenza.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Silent Hill in esclusiva PS5 è quasi realtà? L'annuncio sarebbe imminente

Hype alle stelle per il possibile progetto di Keiichiro Toyama, papà di Silent Hill.

Amnesia: Rebirth sarà un horror diverso da Amnesia: The Dark Descent

Lo studio sta sfruttando le lezioni apprese con SOMA.

The Persistence - recensione

L'horror di Firesprite si spoglia della VR, e non solo.

Silent Hill grande ritorno in un remake? Il director di God of War vorrebbe realizzarlo

Cory Barlog è interessato a riportare in vita l'amata serie horror.

Commenti (3)

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza