Tony Hawk fu etichettato come 'venduto' dagli skater per aver pubblicato i giochi con Activision

Una scelta non vista poi così bene dal circolo di sportivi.

La vita di Tony Hawk è cambiata dopo aver iniziato a lavorare con Activision alla serie Tony Hawk's Pro Skater. Essendo già un grande nome nel mondo dello skateboard, la collaborazione con Activision nel franchise che portava il suo nome lo ha portato ad un grande successo. Ma insieme a questo successo, Hawk fu sottoposto a scrutinio da parte di persone nei circoli di skateboard, additandolo persino come "venduto".

Hawk ha ricordato i primi giorni in un'apparizione nel podcast Joe Rogan Experience di recente. Con il successo della serie di giochi, Hawk ha anche ottenuto una serie di accordi di sponsorizzazione da società gigantesche come McDonald's e Jeep e ciò ha alimentato solo le critiche a lui indirizzate. "A quei tempi, lo skateboard era davvero una novità. Negli anni '90, X-Games entrò in gioco, e all'improvviso il mio nome fu ben noto, non mainstream, ma sapevano chi ero. Quindi il nostro videogioco è uscito, e la gente ha iniziato a dire 'Oh, sei solo un venduto'", ha detto Hawk. "A causa del videogioco e di tutto quello che ne è seguito. Stavo facendo cose per Jeep, per McDonald's, per Doritos, e la filastrocca era sempre che ero un venduto".

Ma Hawk sostiene che non ha mai cambiato i suoi valori: mangiava da McDonald's prima di diventare famoso e ha continuato a farlo. "Quando sono diventato professionista all'età di 14 anni, se McDonald mi avesse chiesto di essere in una pubblicità, avrei pensato 'sul serio?'" ha dichiarato. "Ho mangiato McDonald's per tutta la mia vita e lo faccio ancora. Qualcuno pensava che avessi cambiato la mia scala di valori, ma non è mai stato così".

Activision ha offerto ad Hawk una tariffa forfettaria di 500.000 dollari per il primo Tony Haw's Pro Skater, che all'epoca era l'offerta più redditizia che lo sportivo avesse mai visto. Hawk ha respinto questa offerta e ha invece optato per un accordo che gli consentiva di veder pagate le royalties legate al successo della serie. Ciò ha finito per essere una mossa molto intelligente, dato che il gioco ha generato numerosi sequel e si stima che abbia generato entrate per 1,4 miliardi di dollari fino ad oggi. Senza dubbio il videogioco ha cambiato nettamente la vita di Tony Hawk, che recentemente ha annunciato il remake dei suoi primi due capitoli in arrivo su PC, Xbox One e PlayStation 4.

Fonte: GameSpot

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (0)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza