Saints Row The Third Remastered - recensione

Follia open-world a 60fps.

Proprio nei giorni in cui non si fa altro che parlare di GTA V, visto che Epic Games Store lo sta regalando a mezzo mondo su PC, arriva per console current-gen e PC Saints Row The Third Remasted, versione rimasterizzata e completa del titolo sviluppato da Volition, uscito originariamente su last-gen e PC nel lontano 2011.

L'analogia col titolo di Rockstar è calzante e quanto mai doverosa, visto che Saints Row è all'atto pratico un clone estremizzato di GTA, più folle, meno realistico e per certi versi anche più divertente. Il titolo era già stato portato su Switch lo scorso anno nella versione Saints Row: The Third - The Full Package, e fino a questo momento la versione Nintendo era tra le più interessanti disponibili. Ma con l'arrivo di questo remaster le cose cambiano radicalmente, ed in questa recensione vedremo il perché.

Prima di concentrarci sull'aspetto puramente tecnico di questo remaster, andiamo però a introdurre brevemente l'opera di Volition di cui, foste interessati, qui potete trovate la recensione originale.

In Saints Row The Third vestiremo i panni di una gang di criminali chiamata per l'appunto i Third Streets Saints. Nata da piccoli crimini stradali e controlli di quartiere nella città di Stilwater (Michigan), la banda di delinquenti è ormai divenuta un vasto impero criminale e mediatico che ha guadagnato un potere incredibile, al punto da avere la maggiore influenza come brand a livello nazionale.

Il gioco inizia con il protagonista, che l'utente potrà creare a suo piacimento tramite uno sfaccettato editor, riuscendo persino a regolarne la dotazione sessuale (e chi non sceglierebbe il massimo possibile?!), impegnato in un ambizioso colpo a una banca (con tanto di maschere d'ispirazione Point Break): ma il colpo non va liscio come dovrebbe, come del resto quasi tutti i colpi in banca.

Da qui il giocatore sarà impegnato in una rocambolesca fuga che definire cinematografica è persino riduttivo: sterminando praticamente un'intera armata di guardie, gang nemiche e persini SWAT, il protagonista, insieme ai suoi fidati compagni, si farà strada sul tetto di un edificio facendo saltare in aria innumerevoli elicotteri e riuscendo persino a sfuggire dall'aereo del Sindacato (organizzazione che ricatta i Saints), e a salvarsi tramite una surreale escursione in parapendio con sparatorie volanti incorporate.

Dopo questa fase action nemmeno tanto breve, più simile all'impronta di Just Cause che a quella di GTA, inizierà la classica esperienza di gioco open world criminale, avendo accesso a un appartamento munito di garage che ospita già tanti mezzi disponibili, e potendo contare su diversi contatti che ci offrono rapine, crimini e lotte con le gang rivali per allargare il territorio. Tutte queste missioni ci ricompensano con denaro e con punti rispetto, che consentono si salire di grado e di sbloccare nuove armi, potenziamenti, proprietà e quant'altro, in un modo abbastanza familiare per chi conosce i free roaming criminali.

Nonostante il gameplay di SR3 soffra ormai il peso degli anni (dopo la sua release sono usciti il quarto capitolo ed anche altri mostri sacri come GTA V e Watch Dogs 2), il gioco risulta ancora molto divertente. Sebbene alcune meccaniche non siano articolate quanto ci si aspetterebbe, l'estrema irriverenza e la follia di tutto ciò che ci viene offerto farà soprassedere sulle dinamiche di gameplay non proprio fresche. Dal linguaggio estremamente scurrile alle auto istrioniche, ai mezzi estremi e alle armi teleguidate, tutto quello che si può fare risulta folle, estremamente soddisfacente e divertente.

Saints_Row_The_Third_Remastered_1
Tutto è estremamente esagerato e scanzonato. Ed i riferimenti alla cultura pop non si contano.

Passiamo ora però allo scopo principe di questa recensione, ovvero valutare l'opera di rimasterizzazione curata da Deep Silver. Innanzitutto la risoluzione nativa è stata incrementata, arrivando a 1080p su console base e 1440p (con upscaling a 4K) su PS4 Pro e Xbox One X, mentre su PC ovviamente c'è il supporto alle risoluzioni native più estreme. Per quanto riguarda il frame-rate, questo è bloccato di default a 30fps, un aspetto che potrebbe inizialmente deludere. Ma niente paura: nel menu delle opzioni troviamo l'opzione per sbloccarlo, e su PS4 base in gran parte dei casi si raggiungono e mantengono i 60fps.

L'aumento di risoluzione è il classico lavoro che si fa in sede di rimasterizzazione ma anche il minimo sindacale. Il remaster di Saints Row The Third va però ben oltre: il gioco infatti gira su un motore basato sulla fisica che applica anche un'inedita illuminazione globale. Il look ora risulta totalmente nuovo grazie a tre nuovi metodi di occlusione ambientale che si combinano tra loro a seconda del tipo di oggetto o texture.

Depth of field e motion blur sono stati potenziati, così come la nebbia e gli effetti volumetrici. Sono stati aggiunti anche nuovi effetti post-processing come aberrazione cromatica e grana cinematografica, che assieme a nuovi filtri UV, anti-aliasing, riflessi ambientali e delle superfici, HDR e nuovi gradienti di colore in base all'ora del giorno, restituiscono al mondo di gioco un aspetto nuovo e più realistico.

Un grande lavoro è stato svolto anche sulle texture e sugli elementi del mondo. Le texture sono ora ad alta risoluzione e le animazioni dei modelli non sono più compresse. Elementi come vegetazione, cespugli degli alberi e shader in alcuni casi sono stati completamente rifatti da zero. La tessellazione è stata migliorata, sono state aggiunti materiali riflettenti ai vetri di finestre e finestrini delle auto, e l'illuminazione degli interni è stata riprogettata per adattarsi al nuovo sistema governato dalla fisica.

Saints_Row_The_Third_Remastered_3
Modelli delle auto, poligoni, texture e riflessi sono tutti elementi potenziati nel remaster.

Inoltre sono state aumentate densità della popolazione, la distanza di rendering e il LOD. Anche le auto ed altri elementi sono stati migliorati con nuove texture ed un numero più alto di poligoni per aumentarne il realismo.

Insomma, l'opera di ammodernamento per la current-gen è decisamente vasta e articolata. Non c'è un singolo aspetto tecnico del gioco al quale il team di sviluppo non abbia messo mano, e si vede. Ma la cosa forse più apprezzata è la possibilità di giocare con frame-rate sbloccato, abbandonando l'odiato limite di 30fps anche su console standard, con un notevole guadagno in fluidità dell'azione, specialmente durante i colpi e gli scontri a fuoco.

Non c'è solo la rimasterizzazione della grafica, però. Saints Row The Third Remasted comprende infatti tutti gli oltre 30 DLC rilasciati dopo il lancio originale su console last-gen, alcuni dei quali saranno disponibili da subito in forma di elementi cosmetici o missioni alternative. Questi contenuti aggiuntivi sono davvero tanti e all'epoca costavano pure parecchio.

Si può affrontare l'intera storia in co-op online e aiutare i nostri amici entrando nella loro, alzando così l'asticella del divertimento. Non è una vera e propria modalità multigiocatore online come quella di GTA V, ma meglio che niente. Inoltr, c'è anche la "Modalità Lorda", che ci permette di affrontare una serie di scagnozzi a ondate come una sorta di Orda, impugnando armi pazze come un enorme dildo di gomma.

Saints_Row_The_Third_Remastered_2
La Panda, secondo Saints Row. Solo uno dei veicoli demenziali presenti nel gioco.

Insomma, il pacchetto è più che bello e completo, e rende questa release del gioco quella veramente definitiva, andando oltre quella già allettante per Switch. Il gioco è stato migliorato molto graficamente, il lavoro svolto dal team è esteso e si vede.

Per alcuni versi si vede comunque la provenienza last-gen ma nel complesso l'adeguamento agli standard grafici odierni è abbastanza buono. E la cosa migliore è che il gioco gira molto bene anche su console standard, mentre la versione Switch soffriva di cali di frame-rate e la grafica era nettamente peggiore.

Nell'attesa di un vero e proprio open world free roaming criminale next-gen, Saints Row The Third Remastered vi saprà intrattenere parecchio se non l'avevate mai giocato sulle piattaforme originali o su Switch.

8 /10

Contenuti correlati o recenti

Mafia II Definitive Edition - recensione

Il crimine torna a Empire Bay, questa volta in alta definizione.

Mega Man Zero/ZX Legacy Collection - recensione

La libreria di giochi di Mega Man si arricchisce su PC console current-gen.

Zombie Army Trilogy - recensione

L'invasione nazista prosegue su Switch.

RaccomandatoThe Division 2: Warlords of New York - recensione

Torniamo nella Grande Mela per chiudere i conti.

Asgard's Wrath - recensione

La prima vera killer app per Oculus Rift.

Articoli correlati...

Metroid Prime Trilogy per Switch ha una data di uscita?

Un rivenditore svedese avrebbe svelato la data di lancio.

Grand Theft Auto 5 Gratis su PC: Ecco tutte le risorse utili

Guida, consigli, Digital Foundry, recensioni: tutte le pagine da tenere sottomano.

Commenti (0)

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza