The Last of Us Part II: consegna al day one a rischio nonostante il pre-order?

L'attesa potrebbe essere leggermente più lunga del previsto.

A quanto pare ci sarebbero notizie non particolarmente positive per i fan di The Last of Us: Part II che non vedono l'ora di provare con mano l'ultima fatica di Naughty Dog in arrivo in esclusiva su PS4 tra poco meno di un mese.

Il titolo è atteso per il 19 giugno e ovviamente in molti si sono affidati al classico pre-order attraverso Amazon o altri rivenditori. È proprio il colosso dell'e-commerce ad essere al centro di alcune voci e segnalazioni in rete che sembrerebbero confermare dei possibili problemi per quanto concerne una consegna puntuale al day one.

Diversi giocatori che hanno effettuato un pre-order sul portale avrebbero ricevuto una email che rivelava l'impossibilità di garantire la consegna del titolo al day one. Il COVID-19 e i disagi creati dalla pandemia e dalla quarantena imposta in questi mesi vengono indicati come le cause centrali del disagio.

Il problema potrebbe non riguardare solo Amazon ma anche altri rivenditori. Certo una brutta notizia ma quanto meno l'attesa non dovrebbe essere poi troppo lunga.

La nuova data di consegna prevista indicata da praticamente tutti gli utenti che hanno ricevuto l'email è, infatti, il 23 giugno. The Last of Us: Part II sembra quindi ritrovarsi in una situazione simile a quella di Final Fantasy VII Remake, altro titolo che ricevette indicazioni di possibili ritardi per le copie fisiche prima del lancio vero e proprio.

Non ci resta che attendere e sperare in notizie positive. Avete effettuato un pre-order di The Last of Us: Part II e ricevuto qualche comunicazione in merito?

Vai ai commenti (7)

Riguardo l'autore

Alessandro Baravalle

Alessandro Baravalle

Redattore

Si avvicina al mondo dei videogiochi grazie ad un porcospino blu incredibilmente veloce e a un certo "Signor Bison". Crede che il Sega Saturn sia la miglior console mai creata e che un giorno il mondo gli darà ragione.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Ghost of Tsushima e il concetto di spada? Estremamente letali, non sono dei 'tubi'

Il creative director Nate Fox parla di uno degli aspetti fondamentali del gioco.

ArticoloThis is the Zodiac Speaking - prova

Punch Punk Games ci porta alla scoperta di uno dei più iconici serial killer della storia americana.

Commenti (7)

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza