Nintendo colpita dalle proteste in USA: in frantumi le vetrine dello store di New York

Continua la protesta sociale dopo la tragica morte di George Floyd.

Le vetrine dello store di Nintendo a New York sono state distrutte durante le proteste e i disordini di questi giorni, e le immagini comparse in rete mostrano un netto contrasto tra il contenuto colorato all'interno e la presenza della polizia all'esterno.

Lunedì sera, i rivoltosi hanno distrutto le vetrine del Nintendo Store, insieme ad altri negozi della zona. Fortunatamente, lo store Nintendo NY sembra non sia stato ulteriormente saccheggiato. Al momento non sono disponibili ulteriori dettagli sull'incidente.

Disordini si verificano per le strade d'America da quasi una settimana ormai, in seguito alla morte di George Floyd che ha indignato il mondo intero.

Sebbene Nintendo non abbia ancora rilasciato dichiarazioni pubbliche in merito a tale situazione, dipendenti dell'azienda, così come altri protagonisti del settore, si sono dimostrati solidali con le forti proteste sociali.

EZds3T9X0AE8ERZ

Anche l'ex presidente di Nintendo of America Reggie Fils Aime ha commentato la situazione, affermando che sostiene il diritto di protestare, ma non perdona la distruzione che è scaturita dalle rivolte.

Che ne pensate?

Fonte: Nintendolife.

Vai ai commenti (4)

Riguardo l'autore

Matteo Zibbo

Matteo Zibbo

Redattore

Appassionato di videogiochi e musica (quella pił rumorosa e veloce possibile), ha un'insana passione per i GdR occidentali che gli sta condizionando l'esistenza.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

L'E3 tornerą: l'ESA ribadisce che l'evento si terrą in futuro

L'edizione del 2021 era stata gią annunciata ma gli organizzatori hanno voluto ribadire il concetto.

Commenti (4)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza