Mixer, è la fine. Microsoft sta per chiudere il servizio streaming e collaborerà con Facebook Gaming

Una mossa strategica per il futuro di xCloud.

Microsoft chiuderà il suo servizio Mixer il 22 luglio prevedendo di trasferire i partner esistenti su Facebook Gaming. L'annuncio a sorpresa indica che i partner e gli streamer di Mixer saranno passati a Facebook Gaming a partire da oggi e Microsoft non gestirà più Mixer come servizio tra un mese.

Microsoft ha faticato a raggiungere le dimensioni necessarie per competere con Twitch, YouTube e persino Facebook Gaming che ha portato alla decisione odierna. "Abbiamo iniziato piuttosto dopo rispetto agli altri; gli spettatori mensili attivi di Mixer sono stati confrontati con alcuni dei grandi siti esistenti", afferma Phil Spencer, responsabile dei giochi di Microsoft, in un'intervista. "Penso che la community di Mixer trarrà davvero beneficio dall'ampio pubblico che Facebook ha attraverso le sue proprietà e dalle capacità di raggiungere i giocatori in modo molto fluido attraverso la piattaforma social di Facebook".

Microsoft sta collaborando con Facebook per trasferire gli streamer Mixer esistenti su Facebook Gaming nelle prossime settimane. Il 22 luglio tutti i siti e le app di Mixer reindirizzeranno automaticamente a Facebook Gaming. Ai partner Mixer esistenti verrà concesso lo status di partner con Facebook Gaming e qualsiasi streamer che utilizza il programma di monetizzazione Mixer avrà diritto all'ammissione al programma Level Up di Facebook.

La scelta di Microsoft di collaborare con Facebook è chiaramente strategica e legata anche all'ampliamento del suo prossimo servizio di streaming di giochi xCloud e dei suoi sforzi complessivi. Microsoft lavorerà a stretto contatto con Facebook per portare xCloud su Facebook Gaming, consentendo agli utenti di fare clic e giocare immediatamente ai giochi in streaming. È una visione molto simile alle ambizioni di Google con Stadia, ma Mixer non ha avuto le dimensioni e il pubblico per offrire tutto questo in modo più ampio. Microsoft ha reclutato streamer esclusivi come Ninja e Shroud con grandi affari , ma non sono stati abbastanza per convincere più persone a utilizzare il servizio rispetto ai concorrenti. Ninja, Shroud e altri streamer principali sono ora liberi di ricongiungersi a Twitch o fare streaming su Facebook Gaming.

Fonte: The Verge

Vai ai commenti (10)

Riguardo l'autore

Claudia Marchetto

Claudia Marchetto

Redattore

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

ArticoloLa grafica di PS5 e Xbox Series X gli si sta ritorcendo contro - editoriale

Colpa dello streaming, colpa del COVID-19. Ma resta il fatto: Sony e Microsoft, oggi, non riescono a comunicare la next-gen.

Commenti (10)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza