Il Signore degli Anelli: la storia del videogioco da 1 milione di dollari buttato alle ortiche

Traveller's Tales voleva dimostrare di saper fare ben più di semplici giochi LEGO.

Jon Burton, fondatore di Traveller's Tales, studio noto per la serie di videogiochi su licenza basati sui mattoncini LEGO, ha condiviso una notizia che tutti noi ignoravamo: a quanto pare lo studio aveva in mente di realizzare un ambizioso titolo action dedicato a Il Signore degli Anelli. Non un action game in stile LEGO, ma uno "serio" con grafica realistica.

Per la precisione, lo studio voleva realizzare un gioco basato sul prequel Lo Hobbit, dato che in quel periodo era in sviluppo la pellicola cinematografica (sebbene in quel preciso momento la regia era affidata a Guillermo del Toro e non ancora a Peter Jackson). Per cercare di "vendere" la propria idea, il team realizzò una demo giocabile, investendoci dietro una cifra esorbitante, ben oltre 1 milione di dollari. Per quello che doveva essere una semplice dimostrazione, si trattava di una spesa incredibile.

Sebbene la proposta fosse per un gioco su Lo Hobbit, la demo venne realizzata usando alcune scene iconiche della saga originale del Signore degli Anelli. A supporto di questo racconto, Burton ha pubblicato sul suo canale Youtube l'intera demo, commentandola in diretta.

Come potete vedere, in quella presentazione era possibile prendere il controllo di diversi personaggi e ognuno di essi avrebbe avuto un gameplay differente: stealth per Frodo, battaglie magiche per Gandalf e action classico per Aragorn. La grafica e il motion capture sono di alto livello, considerando che si tratta di un gioco concepito per Xbox 360 e, nonostante le imperfezioni tipiche di un alpha concept, la qualità c'è e si vede.

Cosa è accaduto in seguito? Purtroppo, il detentore dei diritti videoludici del Signore degli Anelli, Warner Bros., non approvò il concept, dato che ai tempi volevano un gioco che seguisse gli eventi paralleli ai film e non ricrearli alla perfezione. Traveller's Tales tornò quindi a lavorare ai giochi LEGO di Lord of the Rings e The Hobbit, sfortunatamente alleggeriti di un milione di dollari spesi in un progetto rifiutato.

Sebbene non sia stato confermato da Burton, durante la scorsa generazione di console, un gioco del Signore degli Anelli che seguiva una storia parallela agli eventi del film venne effettivamente rilasciato: si trattava di Lord of the Rings: War in the North, sviluppato da Snowblind Studios. Che sia stato quello il gioco su cui WB aveva puntato, rifiutando l'idea di Traveller's Tales?

In ogni caso, è un peccato che questo gioco non abbia visto la luce, specialmente a fronte dell'investimento perduto. Ciononostante, i giochi LEGO di TT sono amati da molti, quindi è un bene che questo rifiuto non abbia avuto grandi ripercussioni sulla salute dello studio.

Voi che ne pensate? Vi sarebbe piaciuto giocare a quel titolo?

Fonte: Kotaku

Vai ai commenti (4)

Riguardo l'autore

Marcello Ruina

Marcello Ruina

Redattore

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

ArticoloEverspace 2 - prova

Il ritorno del Diablo interstellare.

ArticoloOutriders - prova

Alla volta di Enoch per scoprire un nuovo mondo e... noi stessi!

ArticoloCyberpunk 2077 - prova

Siete pronti, Samurai? Abbiamo una città da bruciare.

Commenti (4)

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza