Naughty Dog: Amy Hennig costretta ad abbondonare da Druckmann e Straley? Tutte fake news

"Allontanamento forzato"? No, "gossip forzato". 

Un report di IGN del 2014 sosteneva che Amy Hennig era stata cacciata da Naughty Dog per volere di Neil Druckmann e Bruce Straley. A quanto pare, questa notizia non era altro che un'indiscrezione non comprovata e rientra tra le presunte fake news di cui è stato accusato il celebre portale americano.

Il report del 2014 afferma che fonti fidate vicino a Naughty Dog affermavano che la Hennig era stata "costretta a uscire" dallo studio di The Last of Us a causa di Neil Druckmann e Bruce Straley. Un paio di giorni dopo, il report era stato confutato dallo studio stesso.

Secondo Mitch Dyer, che in precedenza ha lavorato per IGN e che ha scritto l'articolo in questione, afferma di essere stato costretto dagli editori del sito (Steve Butts e Tal Blevins) a includere "gossip forzati" nel report.

Dyer afferma persino che l'articolo è stato condannato da Sony, ma i redattori "sono rimasti in silenzio" e non si sono mai esposti. Da allora gli editor hanno lasciato IGN e di recente hanno pubblicato pesanti accuse nei confronti del sito.

Dyer è ora un writer dello studio Motive Montreal di EA, che sta attualmente lavorando su Star Wars: Squadrons, in uscita il 2 ottobre.

"Caspita. Non mentirò ... Ero molto arrabbiato per questo. Apprezzo che tu abbia ammesso la verità. Sappi che non ho rancore e ti auguro il meglio. Ci dispiace per quello che hai passato", ha detto Neil Druckmann in un tweet.

Che ne pensate di questa vicenda?

Fonte: VG247.

Vai ai commenti (3)

Riguardo l'autore

Matteo Zibbo

Matteo Zibbo

Redattore

Appassionato di videogiochi e musica (quella più rumorosa e veloce possibile), ha un'insana passione per i GdR occidentali che gli sta condizionando l'esistenza.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (3)

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza