Switch e la questione Joy-Con Drift: dopo tre anni finalmente Nintendo si scusa

Ma attualmente non è stata rivelata la soluzione al problema.

Ci sono voluti tre anni dall'uscita della console ed un anno dalla prima causa legale, ma Nintendo si è scusata con i giocatori per il problema del Joy-Con Drift.

È difficile discutere il successo di Nintendo Switch; alla fine, l'innovativa console ha venduto oltre 55 milioni di unità da quanto è stata commercializzata. Tuttavia, nonostante il suo successo, Switch ha avuto un grosso problema che continua a rimanere purtroppo attuale. Il problema deriva proprio dal drift dei Joy-Con: sembra infatti che gli stick analogici sui controller della console reagiscano anche quando non vengono toccati. Il problema è venuto alla luce nel 2019, quanto è stata presentata una causa legale nei confronti di Nintendo.

Nonostante i numerosi resoconti sull'esistenza del Joy-Con Drift, Nintendo non ha mai chiesto scusa per il problema. Tuttavia, durante un recente Q&A, il presidente Nintendo Shuntaro Furukawa si è finalmente scusato. "Ci scusiamo per gli eventuali disagi causati ai nostri clienti in merito ai controller Joy-Con", ha dichiarato Furukawa durante la conferenza. Il presidente era riluttante a dire altro, affermando inoltre di non essere in grado di discutere su quali soluzioni Nintendo stia o meno prendendo in considerazione.

switch

Anche Nintendo Switch Lite è stato aggiunto alla causa poco dopo essere stato rilasciato a settembre 2019. Ciò suggerisce che non solo Nintendo non sa come risolvere il problema, ma non è ancora stato in grado di capire cosa lo stia causando.

Fonte: The Gamer

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (20)

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza