EVO Online 2020 cancellato: il CEO Joey Cuellar accusato di molestie sessuali

Tony Cannon è ora a capo della compagnia.

EVO Online 2020 è stato cancellato a seguito di accuse di abuso sessuale nei confronti del CEO Joey Cuellar, che è stato rimosso dalla società in risposta alle accuse e sostituito con il nuovo CEO Tony Cannon.

L'evento digitale, che doveva sostituire l'EVO 2020 cancellato a causa del Coronavirus, doveva iniziare il 4 luglio e durare per tutti i fine settimana fino alla fine del mese.

Ecco la dichiarazione completa dell'organizzatore sulla cancellazione dell'evento:

"Nelle ultime 24 ore, in risposta a gravi accuse recentemente rese pubbliche su Twitter, abbiamo preso la prima di una serie di importanti decisioni riguardanti il ​​futuro della nostra azienda. Con effetto immediato, Joey Cuellar non sarà più coinvolto con EVO in alcun modo. Attualmente stiamo lavorando per la sua completa separazione dall'azienda e lo abbiamo sollevato da tutte le sue responsabilità".

"Andando avanti, Tony Cannon sarà il nuovo CEO; in questa posizione, assumerà un ruolo di leadership nel dare la priorità a una maggiore responsabilità in EVO, sia internamente che durante i nostri eventi".

"I progressi non avvengono dall'oggi al domani o senza il coraggio di coloro che si oppongono alla cattiva condotta e all'ingiustizia. Siamo scioccati e rattristati da questi eventi, ma stiamo ascoltando e siamo impegnati nel fare ogni cambiamento necessario per rendere EVO un modello migliore. Di conseguenza, annulleremo EVO Online e lavoreremo per emettere rimborsi a tutti i giocatori che hanno scelto di acquistare un badge. Doneremo l'equivalente del ricavato come promesso a Project HOPE".

"Mi dispiace. Non ho mai avuto intenzione di ferire nessuno. Ero giovane e spericolato e ho fatto cose di cui non sono orgoglioso. Sono cresciuto e maturato negli ultimi 20 anni, ma questo non scusa nulla. Tutto quello che ho cercato di fare è diventare una persona migliore. Ancora una volta, mi dispiace davvero", è stata la risposta dell'ex CEO.

Qui sotto, potete vedere una serie di tweet di Bandai Namco e altre compagnia che commentano l'accaduto:

Purtroppo, non è la prima volta che apprendiamo notizie di questo tipo. Ultimamente vi abbiamo riportato più notizie che hanno visto alcuni protagonisti dell'industria essere pesantemente accusati di molestie e abusi.

Che ne pensate?

Fonte: Gematsu.

Vai ai commenti (1)

Riguardo l'autore

Matteo Zibbo

Matteo Zibbo

Redattore

Appassionato di videogiochi e musica (quella più rumorosa e veloce possibile), ha un'insana passione per i GdR occidentali che gli sta condizionando l'esistenza.

Contenuti correlati o recenti

Esport Club lancia la prima palestra virtuale per i giocatori

L'interessante iniziativa è dedicata a tutti, dai casual gamer ai pro player.

David Beckham è ora co-proprietario di un team eSport

L'ex stella del Manchester United entra nel mondo del gaming professionistico.

IIDEA guarda agli eSport in Italia con Round One, il primo evento business internazionale

Sarà presentato il nuovo rapporto sugli esports in Italia e saranno assegnati i premi ai protagonisti del settore

Articoli correlati...

Esport Club lancia la prima palestra virtuale per i giocatori

L'interessante iniziativa è dedicata a tutti, dai casual gamer ai pro player.

David Beckham è ora co-proprietario di un team eSport

L'ex stella del Manchester United entra nel mondo del gaming professionistico.

Commenti (1)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza