Ubisoft di nuovo colpita da accuse di molestie sessuali: si dimette il creative director di Splinter Cell, Maxime Béland

Ubisoft sta indagando sugli eventi.

Maxime Béland non fa più parte di Ubisoft: il direttore creativo di Splinter Cell si è ufficialmente dimesso. Questo secondo le dichiarazioni dell'azienda francese, riportate dal sito VGC.

Se avete seguito le notizie degli ultimi giorni, conoscerete benissimo i motivi dietro questa decisione: Béland è stato infatti accusato di cattiva condotta, abusi e molestie sessuali da alcuni dipendenti anonimi. Questa bufera mediatica, che già impazza da diversi giorni, ha già travolto svariati impiegati di Ubisoft, sia sviluppatori che dirigenti di alto livello: fra quelli i cui nomi sono stati condivisi, abbiamo Tommy Francois, Andrien "Escoblades" Gbinigie e, per l'appunto, Maxime Béland.

Sebbene non gravi quanto le molestie sessuali, anche il direttore creativo di Assassin's Creed Valhalla, Ashraf Ismail, ha deciso di rinunciare alla sua carica, in seguito alle accuse di adulterio lanciate pubblicamente dalla sua ex-amante.

In una recente dichiarazione pubblica, Ubisoft, direttamente dalla bocca del suo CEO, Yves Guillemot, si è scusata di questa incresciosa situazione, annunciando l'avvio di un'indagine interna per certificare la colpevolezza o l'innocenza delle persone accusate, grazie anche al supporto di consulenti esterni specializzati.

Anche se si è dimesso dalla compagnia, Ubisoft continuerà ad indagare anche su Béland, per confermare le accuse che gli sono state rivolte.

ubisoft

Non sappiamo come finirà questa faccenda, ma è certo che la reputazione del publisher francese ha subito una bella botta, non credete anche voi?

Fonte: Eurogamer

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (4)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza