Xbox Series X e PS5: Microsoft come Sony 'conserva' alcuni annunci per rispondere alla concorrenza

E non manca la stoccata a Nintendo del giornalista Jeff Grubb.

Microsoft ha finalmente rivelato la data dell'evento Xbox Series X di luglio. Xbox 20/20 si svolgerà il 23 luglio e ci aspettiamo di vedere un sacco di giochi first-party da Xbox Game Studios. Tuttavia, Jeff Grubb di Venturebeat ritiene che Microsoft terrà alcuni giochi da parte per rivelarli prima della fine dell'anno.

Grubb, che in passato si è dimostrato affidabile con una serie di indiscrezioni, ha affermato su Twitter: "Non aspettatevi che Xbox mostri tutto. Terrà qualcosa da parte per la fine dell'anno, proprio come Sony". Infatti, secondo Tom Phillips di Eurogamer.net, Sony ha in serbo ancora alcuni giochi che verranno svelati prossimamente. A quanto pare quindi entrambe le aziende avrebbero i loro assi nella manica.

Non manca poi la stoccata a Nintendo nel tweet di Grubb. "Tuttavia non faranno come Nintendo, che tiene in cantiere i giochi per sempre e non li rivelerà mai". Inutile dire che questo commento ha portato una schiera di fan della grande N a commentare il tweet e chiedendo a Grubb di cancellare questa frase. Ad ogni modo, non ci resta quindi che aspettare l'evento di Microsoft e vedere quali giochi verranno svelati, Halo Infinite a parte.

Vi ricordiamo che sia PlayStation 5 che Xbox Series X usciranno entro la fine dell'anno. Rimanete sintonizzati con noi per ulteriori informazioni a riguardo.

Fonte: Twitter

Vai ai commenti (36)

Giochi trattati in questo articolo

Riguardo l'autore

Claudia Marchetto

Claudia Marchetto

Redattore

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Halo Infinite: 'Craig the Brute è la nuova mascotte di Xbox'

Phil Spencer commenta l'amore della community per il personaggio.

ArticoloLa console war è giunta al termine - articolo

Xbox, PlayStation e Nintendo puntano a traguardi differenti per la next gen. È davvero una guerra, se vincono tutti?

ArticoloLa grafica di PS5 e Xbox Series X gli si sta ritorcendo contro - editoriale

Colpa dello streaming, colpa del COVID-19. Ma resta il fatto: Sony e Microsoft, oggi, non riescono a comunicare la next-gen.

Commenti (36)

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza