Street Fighter? E se vi dicessimo che tutto iniziato pensando a Jackie Chan?

Il director del gioco originale Takashi Nishiyama ci racconta come nata una leggenda.

Street Fighter del 1987 è stato il primo gioco di combattimento di Capcom. Mentre la serie è diventata molto più grande e migliore con Street Fighter II, l'originale è chiaramente un gioco molto importante e, a quanto pare, è stato immaginato per la prima volta dal director mentre... si annoiava nel corso di una riunione!

Polygon ha condiviso una nuova storia approfondita di Street Fighter e il game director Takashi Nishiyama ha riflettuto sulla creazione del gioco e su come ha iniziato a pensarlo durante una riunione. "Un giorno in Capcom, abbiamo avuto un incontro tra lo staff di sviluppo e il team di vendita e questo incontro è durato molto a lungo - penso che siano state circa due ore", ricorda. "Personalmente ho trovato molto difficile rimanere interessato, quindi ho cercato di sognare ad occhi aperti e pensare ai giochi."

Nishiyama dice che il gioco è comparso in lui proprio in questo momento. "C'è stato un momento in cui l'idea di Street Fighter mi è venuta in mente e l'ho disegnata su un pezzo di carta durante l'incontro", ricorda. Poi ha mostrato la sua idea al produttore di Capcom Yoshiki Okamoto (che era seduto accanto) a lui) e ha ottenuto la sua approvazione.

L'ispirazione per il gioco proveniva da una fonte improbabile: un gioco chiamato Spartan X, noto come Kung-Fu Master negli Stati Uniti, su cui Nishiyama aveva lavorato. "Stavo pensando alle lotte contro i boss in quel gioco e ho pensato che potesse essere interessante costruire un gioco attorno a questo concetto", ricorda. "Penso che potresti dire che Spartan X è stata la base dell'intera idea di Street Fighter."

Spartan X, a sua volta, è il nome giapponese del film con Jackie Chan, Meals on Wheels, e il gioco ne è stato un adattamento libero.

maxresdefault

Gli appunti di Nishiyama presi durante quell'incontro sono stati usati per il documento di progettazione che ha dato il via libera al gioco, e sono stati usati dal planner Hiroshi Matsumoto per affinare il gioco nella forma in cui è stato lanciato. Secondo una certa logica, questo significa che Spartan X / Kung-Fu Master ha influenzato l'intero genere dei picchiaduro.

Che ne pensate?

Fonte: Gamespot.

Vai ai commenti (12)

Riguardo l'autore

Matteo Zibbo

Matteo Zibbo

Redattore

Appassionato di videogiochi e musica (quella pi rumorosa e veloce possibile), ha un'insana passione per i GdR occidentali che gli sta condizionando l'esistenza.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (12)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza