Mixer sta per chiudere ma Phil Spencer non ha rimpianti

Il capo di Xbox spiega la chiusura della piattaforma.

Il boss di Xbox Phil Spencer afferma di essere deluso dalla chiusura di Mixer, ma non ha rimpianti per l'investimento dell'azienda nel progetto. Mixer è stata la risposta di Microsoft a servizi di streaming live come Twitch. Ha iniziato la sua vita come un servizio chiamato Beam, focalizzato sullo streaming interattivo, ed è stato acquisito da Microsoft due anni dopo. Nonostante investimenti significativi nell'acquisizione di streamer di alto profilo, Microsoft ha annunciato che il mese scorso avrebbe chiuso il servizio e trasferito il tutto su Facebook Gaming.

"È ovviamente una delusione quando si tenta di far crescere qualcosa nella scala che deve raggiungere e non ci si arriva", dice Spencer durante un'intervista. "Non ho rimpianti. Prendi decisioni con le migliori informazioni che hai in quel momento, applichi i tuoi migliori sforzi e siamo in un settore creativo. Siamo in un settore guidato dai successi. E se entriamo in questo spazio di cui abbiamo paura della delusione che non riusciremo a raggiungere ciò che stiamo cercando di realizzare come organizzazione...Penso che sia fondamentale per noi che non abbiamo paura di provare cose che potrebbero non funzionare".

Mixer faceva parte della strategia di Microsoft per la sua attività di giochi. La società ha utilizzato i termini "Contenuto, Community e Cloud" per descrivere la sua visione per il futuro dei giochi. Di recente ha rafforzato la sua pipeline di contenuti acquisendo e costruendo nuovi studi. Sta investendo in giochi cloud, anche tramite xCloud. E Mixer faceva parte dello sforzo di ampliare la sua comunità.

mixer

Nello spazio di streaming del gioco, Google ha lanciato la sua piattaforma Stadia e Amazon dovrebbe annunciare il proprio servizio tra non molto. Entrambi hanno una forte infrastruttura cloud come Microsoft, ma mancano del livello di contenuti esclusivi di Xbox. Ciò che hanno, tuttavia, sono piattaforme social con una vasta comunità di giocatori sotto forma di YouTube e Twitch.

"In termini di strategia, mi sento davvero bene", afferma Spencer. "La crescita dei nostri contenuti è un risultato diretto, abbiamo Azure come cloud e possiamo costruire una piattaforma di gioco cloud con xCloud sopra. Xbox Live è quasi 100 milioni di giocatori mensili, in crescita su tutte le piattaforme, stiamo vedendo entrare persone da iOS, Android, siamo su Switch ora, siamo su PC, ovviamente su Xbox. Vediamo che la community continua a crescere".

A tal proposito Microsoft ha annunciato recentemente la data in cui si terrà l'evento dedicato ad Xbox Series X, ovvero il 23 luglio. In quel frangente la società mostrerà titoli first e third party.

Fonte: GamesIndustry

Vai ai commenti (0)

Riguardo l'autore

Claudia Marchetto

Claudia Marchetto

Redattore

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

ArticoloUn viaggio fra i salti generazionali: come sarā quello verso PS5 e Xbox Series X? - articolo

Ripercorriamo la storia delle passate generazioni di console in cerca di risposte.

PS5 faticherebbe con i 1080p e 60 fps nei titoli multipiattaforma

Per un noto insider ci sarebbe una netta differenza di potenza con Xbox Series X nei multipiattaforma.

Commenti (0)

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza