Xbox Series X e la Velocity Architecture spiegata in un nuovo trailer

Dimensioni dei giochi più piccole, caricamento ridotto e molto altro.

Il design di Velocity Architecture presente all'interno di Xbox Series X dovrebbe consentire una dimensione del download di giochi più contenuti, riduzione della velocità di caricamento e teoricamente consente alla console di raggiungere prestazioni superiori a quanto ci si aspetta dal suo hardware.

In un post su Xbox Newswire, Jason Ronald, Director of Program Management di Xbox Series X, ha spiegato come le soluzioni di Velocity Architecture lavorino a fianco del processore della console per offrire enormi miglioramenti rispetto alla tecnologia attuale e persino su ciò che ci si poteva aspettare originariamente dai componenti base. Come dice Ronald: "Se il nostro processore progettato su misura è al centro di Xbox Series X, Velocity Architecture è l'anima".

"Velocity Architecture di Xbox Series X ripensa sostanzialmente al modo in cui uno sviluppatore può trarre vantaggio dall'hardware fornito dalla console", continua Ronald. "Dalle tecniche di rendering completamente nuove all'eliminazione virtuale dei tempi di caricamento, ai mondi viventi più grandi e dinamici in cui, come giocatore, puoi scegliere come esplorare, non possiamo essere più entusiasti dei primi risultati che siamo già vedendo".

La Velocity Architecture si basa su quattro componenti fondamentali:

  • SSD NVME personalizzato: la base di Velocity Architecture è l'SSD NVME da 1 TB personalizzato, che offre una velocità I/O di 2,4 GB/s, oltre 40 volte il quello di Xbox One. L'SSD NVME personalizzato in Xbox Series X è progettato per prestazioni costanti e sostenute rispetto alle massime prestazioni. Gli sviluppatori hanno sempre un livello garantito di prestazioni I/O e possono progettare e ottimizzare in modo affidabile i loro giochi eliminando le barriere e i vincoli che devono aggirare oggi.
  • Hardware Accelerated Decompression: i pacchetti e le risorse di gioco sono compressi per ridurre al minimo i tempi di download e la quantità di spazio di archiviazione richiesta per ogni singolo gioco aiutando così gli sviluppatori a creare mondi di gioco più vasti senza perdere qualità o prestazioni.
  • Nuove API DirectStorage: la nuovissima API DirectStorage aggiunta alla famiglia DirectX, fornisce agli sviluppatori un controllo accurato delle loro operazioni I/O. Queste API assicurano che gli sviluppatori saranno in grado di sfruttare appieno le prestazioni di I/O non elaborate offerte dall'hardware, eliminando virtualmente i tempi di caricamento o i sistemi di spostamento rapido.
  • Sampler Feedback Streaming (SFS): Sampler Feedback Streaming è una nuovissima innovazione costruita su Velocity Architecture. Le trame del gioco sono ottimizzate a diversi livelli di dettaglio e risoluzione, chiamate MIP map, e possono essere utilizzate durante il rendering in base alla distanza di un oggetto dal giocatore. Man mano che un oggetto si avvicina al giocatore, la risoluzione della trama deve aumentare per fornire i dettagli e le immagini nitide che i giocatori si aspettano. Tuttavia, queste MIP map più grandi richiedono una quantità significativa di memoria rispetto ai mip a bassa risoluzione che possono essere utilizzati se l'oggetto è più lontano nella scena. Oggi gli sviluppatori devono caricare un intero livello di mip in memoria anche nei casi in cui possono solo campionare una porzione molto piccola della trama complessiva. La GPU Xbox Series X consente di caricare in memoria solo le parti secondarie di un livello mip, su richiesta, appena in tempo per quando la GPU richiede i dati. Questa innovazione si traduce in circa 2,5 volte l'effettivo throughput I/O e l'utilizzo della memoria al di sopra e al di là delle capacità hardware non elaborate in media. SFS fornisce un moltiplicatore efficace sulla memoria di sistema disponibile e sulla larghezza di banda I/O.

Fonte: IGN

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Halo Infinite: 'Craig the Brute è la nuova mascotte di Xbox'

Phil Spencer commenta l'amore della community per il personaggio.

ArticoloLa console war è giunta al termine - articolo

Xbox, PlayStation e Nintendo puntano a traguardi differenti per la next gen. È davvero una guerra, se vincono tutti?

ArticoloLa grafica di PS5 e Xbox Series X gli si sta ritorcendo contro - editoriale

Colpa dello streaming, colpa del COVID-19. Ma resta il fatto: Sony e Microsoft, oggi, non riescono a comunicare la next-gen.

Commenti (16)

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza