Godfall vuole dare vita a un intero genere: i looter slasher

Lo afferma Keith Lee, il creative director di Counterplay Games.

Godfall è stato uno dei primi giochi next-gen che abbiamo visto. Il nuovo titolo di Counterplay Games ha un elegante stile fantasy e prevede l'uso di armi, di un sacco di armi. Mentre i sistemi basati sul bottino sono diventati di gran moda ormai, soprattutto nei looter shooter, quei sistemi non sono stati applicati molto ai titoli d'azione. Ma sembra che con Godfall la situazione cambierà.

Il director Keith Lee ha parlato con Gamespot del gioco e ha detto che fondamentalmente voleva creare un nuovo genere con Godfall, ovvero il genere looter slasher. Alcuni membri del team hanno in precedenza lavorato in Blizzard su Diablo, quindi secondo il director è quasi ovvia l'ispirazione al gioco e la fusione degli elementi di looting e azione.

"La visione per creare questo gioco era come unire [il looting con] combattimenti corpo a corpo in terza persona, ottenendo meccaniche di combattimento molto serrate. Molte persone del nostro team adorano titoli di combattimento d'azione basati sulle abilità", ha detto Lee. "Tuttavia, ci sono anche persone nel nostro team, dato il precedente lavoro su Diablo, che hanno sempre avuto un amore per i giochi di ruolo basati sul looting. Adoriamo giocare a Borderlands. Quindi, in realtà, la premessa originale e il concetto erano fare un gioco con una parte guidata dal sistema di looting e una parte guidata dalle abilità".

Godfall arriverà su PS5 e PC alla fine del 2020.

Che ne dite?

Fonte: Gamingbolt.

Vai ai commenti (2)

Riguardo l'autore

Matteo Zibbo

Matteo Zibbo

Redattore

Appassionato di videogiochi e musica (quella più rumorosa e veloce possibile), ha un'insana passione per i GdR occidentali che gli sta condizionando l'esistenza.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (2)

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza