The Last of Us: Parte II è troppo lungo? Neil Druckmann dice la sua

Il director risponde alle critiche sulla longevità e discute del gioco con Troy Baker.

Il director di The Last of Us Parte 2, Neil Druckmann, ha risposto a chi sostiene che il gioco sia troppo lungo in un podcast di Troy Baker, l'attore che interpreta Joel.

Il gioco, come ormai saprete, ha riscosso un enorme successo presso il pubblico e la stampa specializzata, ma ci sono state alcune critiche per quanto riguarda l'eccessiva longevità. Ora, arriva la risposta direttamente da Druckmann:

"Qualcuno ha detto che il gioco è troppo lungo e molti pensano che sia colpa del marketing che ci vuole dire quanto debbano essere grandi i giochi per poterli vendere. In 16 anni in Naughty Dog, nessuno del reparto marketing ci ha mai dato una nota creativa dicendoci 'questo dovrebbe essere all'interno del gioco' o 'il gioco dovrebbe avere questa longevità' o 'questa determinata caratteristica'. The Last of Us Parte 2 è così lungo perché volevamo che fosse così lungo".

Druckmann conclude: "potrebbe essere troppo lungo per certe persone, ma è così lungo perché quella era la nostra visione". Per riferimento, The Last of Us Parte 2 è quasi il doppio più lungo del gioco originale, con un tempo di gioco di circa 30 ore.

Che ne pensate?

Fonte: Gamesradar.

Vai ai commenti (12)

Riguardo l'autore

Matteo Zibbo

Matteo Zibbo

Redattore

Appassionato di videogiochi e musica (quella più rumorosa e veloce possibile), ha un'insana passione per i GdR occidentali che gli sta condizionando l'esistenza.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (12)

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza