Game Pass e xCloud - Tutte le novitÓ dei servizi Xbox

La vera next-gen di Microsoft fra servizi, accessori xCloud e un'offerta senza precedenti.

La prossima generazione di console è ormai alle porte. Dopo la presentazione ufficiale delle nuove macchine di Sony e Microsoft avvenuta negli scorsi mesi, dopo aver parlato a lungo di caratteristiche tecniche e di esclusive per l'una e l'altra piattaforma, è giunto il momento di analizzare nel dettaglio un altro elemento che potrebbe rappresentare il vero e proprio ago della bilancia per il successo di Xbox: i suoi servizi.

Seguendo gli eventi e gli annunci dell'azienda nell'ultimo periodo, è apparso subito chiaro che Microsoft sta costruendo la propria strategia per la next-gen attorno a tre pilastri fondamentali: l'abbonamento Game Pass, il servizio di streaming xCloud ed il supporto continuativo a tutto l'ecosistema Xbox. Si tratta di una filosofia in netta contrapposizione con quella della concorrenza ma che assume un valore innegabile se si considera l'assoluta qualità che ha contraddistinto i servizi del team di Redmond nel corso dell'attuale generazione. Ma andiamo per gradi ed esaminiamo singolarmente ogni pezzo del puzzle.

Gamepass_1

In questa pagina:

Game Pass: Tutte le novità

Xbox Game Pass, ora conosciuto semplicemente con il nome 'Game Pass', è un servizio in abbonamento lanciato da Microsoft nel 2017 che consente agli utenti di avere accesso ad un nutrito catalogo composto da più di 100 titoli first e third party da scaricare e giocare liberamente sulla propria console Xbox o su PC, il tutto ad un prezzo piuttosto concorrenziale. Nel 2019, inoltre, Microsoft ha lanciato Game Pass Ultimate che, con un piccolo sovrapprezzo, include la possibilità di accedere ai giochi su Xbox e PC e l'abbonamento a Xbox Live Gold (che secondo un rumor alquanto insistente potrebbe essere eliminato in vista dell'arrivo di Series X).

Gamepass_2

È, a tutti gli effetti, la vera killer-app del mondo Xbox: una via d'accesso rapido a decine e decine di titoli di diversi generi provenienti dai migliori esponenti dell'industria e alle esclusive dei Microsoft Game Studios già dal day-one (tra cui Minecraft: Dungeons, Gears 5, Microsoft Flight Simulator, Halo: Infinite e tanti altri)

Secondo un'indagine statistica, inoltre, il 90% degli abbonati ha affermato di essere entrato in contatto con giochi che, senza Game Pass, probabilmente non avrebbero nemmeno tenuto in considerazione. Ciò implica che la potenza di questo servizio sia tale da aprire le porte a nuove prospettive di sostenibilità per lo sviluppo videoludico, anche per studi più piccoli e indipendenti che potrebbero riuscire a proporre le proprie opere ad un pubblico infinitamente più ampio rispetto al passato.

Gamepass_3

Come poteva essere migliorato ulteriormente un servizio di tale caratura che ha raccolto le lodi di critica e pubblico? Semplice! Microsoft ha annunciato che, a partire da settembre, Game Pass Ultimate darà accesso anche alla piattaforma di streaming videoludico xCloud senza alcun costo aggiuntivo. Si tratta di una mossa a sorpresa da parte del team di Xbox che, quindi, si prepara a lanciare uno dei suoi progetti di punta in maniera totalmente gratuita per tutti gli abbonati al pacchetto Ultimate (dal costo di circa 15€ al mese).

xCloud: Tutte le novità

Arriviamo, quindi, alla prossima domanda: cos'è xCloud? Nato dalla collaborazione tra Microsoft e Azure (azienda specializzata nella creazione di contenuti fruibili in cloud, acquisita dal colosso di Redmond oltre 10 anni fa), xCloud è la risposta del team verde alla concorrenza rappresentata da PlayStation Now e Google Stadia nel campo dello streaming videoludico.

xCloud_1

La possibilità di avere accesso a centinaia di titoli differenti con un semplice tocco sullo schermo dello smartphone, apre le porte a prospettive totalmente inedite per il cloud gaming che, improvvisamente, assume una valenza tutta nuova. Se Google Stadia continua ad essere arroccata su un modello di vendita dei giochi francamente opinabile e non riesce a imporsi come valida alternativa al gaming tradizionale, Microsoft propone una soluzione molto più versatile che consente di lanciarsi istantaneamente nei propri titoli preferiti ovunque ci sia una connessione a internet abbastanza potente, senza doverli necessariamente acquistare singolarmente.

L'incredibile potenza dei data center di Microsoft e la loro distribuzione capillare su tutto il territorio mondiale, inoltre, garantisce un flusso di dati sempre all'altezza della situazione, senza dover scendere a compromessi che potrebbero inficiare sulla godibilità finale dell'esperienza.

Il servizio sarà disponibile a partire dal 15 settembre in 22 nazioni del mondo (in Europa, Nord America e Sud Corea) per tutti i possessori di dispositivi Android (l'app per iOS verrà lanciata in seguito). Per ulteriori informazioni su xCloud, vi invitiamo a consultare la nostra anteprima pubblicata in occasione del lancio della fase Preview.

I migliori accessori di xCloud

Ed eccoci, infine, all'ultimo annuncio (in ordine cronologico) riguardante xCloud: il supporto ad accessori prodotti da aziende di terze parti che contribuiranno a rendere l'esperienza xCloud molto simile a quanto siamo abituati a vedere sulle console tradizionali.

- RAZER KISHI XBOX

Razer, azienda leader nel settore delle periferiche da gaming, presenta una nuova versione di Kishi, il suo controller universale per smartphone in cui è possibile adagiare il un dispositivo Android per trasformarlo in una vera e propria console portatile.

Razer_Kishi_1

Vincitore del premio 'Best of CES' e 'People Choice Award 2020', Kishi può vantare una configurazione di pulsanti molto simile a quella del pad di Xbox con tanto di tasto Home dedicato e stick analogici cliccabili. La connessione USB-C a bassa latenza, inoltre, dovrebbe garantire una feedback fulmineo e la quasi totale assenza di input lag.

- PowerA MOGA XP5-X Plus e MOGA XP7-X Plus

Da PowerA, invece, arrivano ben due prodotti profondamente differenti dedicati alla fruizione di xCloud su smartphone: MOGA XP5-X Plus e MOGA XP7-X Plus. Il primo è un controller molto simile per form factor a quello di Xbox ma che presenta un supporto a clip superiore in cui inserire il proprio device Android.

MOGA_1

In aggiunta a questo, il nuovo prodotto di PowerA può vantare una connettività tramite Bluetooth, dei tasti aggiuntivi programmabili e un power bank da 3000mAh per caricare lo smartphone durante le sessioni di gameplay.

Il MOGA XP7-X Plus, invece, è un controller Bluetooth che può essere utilizzato in due configurazioni: con lo smartphone inserito al suo interno oppure posizionato su un comodo supporto in plastica esterno. Anche XP7-X Plus, inoltre, presenta tasti programmabili e un power bank Qi da 2000mAh che può essere utilizzato per caricare il dispositivo wireless.

MOGA_2

Sempre da PowerA, infine, arriva MOGA Mobile Gaming Clip 2, un modello riveduto e corretto dell'originale dispositivo che consente di collegare il proprio telefono Android al controller Xbox (incluso quello di Series X).

MOGA_3

La clip è stata progettata con una doppia articolazione che consente di orientare correttamente il display dello smartphone in modo da adattarlo al meglio alle esigenze.

- 8BITDO SN30 Pro

8BITDO presenta SN30 Pro, un controller Bluetooth dalle linee marcatamente retrò compatibile con tutti gli smartphone e i tablet Android.

8BITDO_1

L'SN30 Pro presenta una clip orientabile per posizionare lo smartphone in modo da avere una visione sempre chiara dell'azione di gioco e viene venduto con un software che permette di personalizzare la mappatura dei comandi e la sensibilità di tasti, grilletti e stick.

Sempre da 8BITDO, inoltre, arriva anche la Mobile Gaming Clip for Xbox Controller, un supporto in plastica che consentirà ai giocatori di utilizzare il proprio controller Xbox preferito per fruire di xCloud sul proprio telefono.

8BITDO_2

STEELSERIES Arctis 1 Wireless

Steelseries, invece, ci presenta Arctis 1 Wireless, un nuovo modello di cuffie da gaming appositamente pensato per il mercato dei dispositivi mobile.

Steelseries_1

L'headset Arctis 1 Wireless può essere collegato allo smartphone o al tablet tramite un comodo ricevitore USB-C ed offre un livello di performance simile alle pluri-premiate SteelSeries Arctis 9X, grazie anche ad un microfono ClearCast con tecnologia di cancellazione del rumore.

La strategia di Xbox è ormai piuttosto chiara, e i giocatori che si sono già tuffati nell'incredibile offerta di Xbox Games Pass, scoprendo a un prezzo irrisorio capolavori come Red Dead Redemption 2 o piccoli gioielli del calibro di The Messenger e Outer Wilds, non possono che apprezzare il percorso imboccato dall'universo dei servizi Xbox. Sarà una scelta vincente? Beh, quando a vincere sono i videogiocatori, il resto ha pochissima importanza.

Vai ai commenti (24)

Giochi trattati in questo articolo

Riguardo l'autore

Riccardo Cant¨

Riccardo Cant¨

Redattore

Nato nel 1993, Riccardo ha coltivato, negli anni, una passione smodata per tutto ci˛ che Ŕ entertainment. Videogiochi, cinema, fumetti, musica e letteratura sono il suo pane quotidiano e ama le lunghe discussioni riguardanti queste tematiche.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (24)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza