Ghostwire: Tokyo su PS5, gli sviluppatori 'sorpresi' dal DualSense e dall'audio 3D

Il director Kenji Kimura commenta le potenzialità della next-gen di Sony. 

In un'intervista con Game Informer, il director di Ghostwire: Tokyo, Kenji Kimura, ha elogiato il controller DualSense di PS5 e le funzionalità audio 3D della console next-gen di Sony.

Kimura-san ha ammesso che le feature del feedback tattile e dei trigger adattivi presenti nel DualSense hanno "sorpreso" il team. Ecco cosa aveva da dire:

"Devi sperimentarlo direttamente perché è molto difficile da spiegare, ma il feedback aptico di DualSense e i trigger adattivi ci hanno davvero sorpreso. Potevamo sentire e sperimentare le varie azioni e attacchi come mai prima d'ora".

"C'è anche l'audio 3D. Ti fa sentire come se fossi nella nostra versione di Tokyo. Puoi "sentire" gli oggetti e gli esseri che ci sono. A volte i giocatori sentiranno non solo i suoni familiari della città, ma anche i suoni del soprannaturale. Tenete le orecchie aperte e prestate attenzione perché potrete usare questi suoni a vostro vantaggio mentre esplorate la città".

Ghostwire: Tokyo è previsto in uscita su PC e PS5 nel 2021.

Che ne dite?

Fonte: PSU - Gameinformer - Wccftech.

Vai ai commenti (5)

Riguardo l'autore

Matteo Zibbo

Matteo Zibbo

Redattore

Appassionato di videogiochi e musica (quella più rumorosa e veloce possibile), ha un'insana passione per i GdR occidentali che gli sta condizionando l'esistenza.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

PS5 ci farà vivere un tipo di horror mai provato prima grazie al DualSense

Gli sviluppatori di Tormented Souls lodano le potenzialità del controller next-gen.

ArticoloLa Mitologia di Resident Evil - intervista

Abbiamo incontrato il superfan di Resident Evil che ha creato una timeline della serie da oltre 2700 pagine negli ultimi dieci anni.

Commenti (5)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza