I videogiochi possono aiutare a migliorare l'alfabetizzazione dei giovani secondo uno studio

Un impatto positivo.

Secondo il National Literacy Trust, un ente di beneficenza indipendente del Regno Unito incentrato sull'offrire ai bambini svantaggiati la capacità di lettura e scrittura, il 79% dei giovani che giocano ai videogiochi legge materiali relativi ai giochi come recensioni e libri e il 63% scrive materiali relativi ai giochi, tra cui script e consigli ad altri giocatori.

I suoi risultati si basano su un sondaggio condotto su oltre 4.600 ragazzi di età compresa tra 11 e 16 anni tra novembre e dicembre 2019. Il 73% degli intervistati ha affermato che giocare ai giochi li ha aiutati a sentirsi parte di una storia, mentre il 65% ha affermato che i giochi li ha aiutati a immaginare di essere qualcun altro.

I potenziali benefici dei videogiochi per l'alfabetizzazione sono maggiori per i ragazzi e per i lettori riluttanti, ha rilevato la ricerca. In un sondaggio separato del National Literacy Trust su 826 genitori di 11-18 anni tra maggio e l'inizio di giugno 2020, il 60% dei genitori ha affermato che comunicare con gli amici tramite videogiochi durante il blocco a causa dell'emergenza COVID ha aiutato il benessere mentale del proprio bambino.

Per promuovere l'alfabetizzazione dei giovani attraverso i giochi, il National Literacy Trust, l'associazione di categoria dell'industria dei giochi britannica Ukie e l'editore Penguin Random House hanno compilato una serie di attività e risorse per bambini e genitori. Questi includono figure di spicco dell'industria dei giochi che spiegano quanto sia vitale l'alfabetizzazione per il loro lavoro e come la lettura e la scrittura possano fornire ai giovani un percorso nel settore, oltre a letture consigliate e liste di gioco.

vid

"Sappiamo che i videogiochi fanno parte della vita quotidiana di tanti bambini, giovani e famiglie in tutto il Regno Unito, quindi è entusiasmante scoprire le opportunità che i videogiochi possono offrire ai giovani per impegnarsi nella lettura e stimolare la creatività attraverso scrivere, migliorare la comunicazione con amici e familiari e sostenere l'empatia e il benessere", ha affermato Jonathan Douglas, amministratore delegato del National Literacy Trust.

"Il COVID-19 ha interrotto in modo significativo l'alfabetizzazione e l'apprendimento dei giovani negli ultimi mesi e vogliamo garantire che nulla venga lasciato al caso quando si tratta di identificare modi nuovi e innovativi per sostenere l'alfabetizzazione dei bambini quando a settembre torneranno a scuola. Attraverso la nostra partnership con Ukie e Penguin Random House Children's, speriamo di essere in grado di fornire alle famiglie e alle scuole le risorse e gli strumenti di cui hanno bisogno per sfruttare al meglio i vantaggi dei videogiochi per l'alfabetizzazione dei giovani".

Fonte: VGC

Vai ai commenti (6)

Riguardo l'autore

Claudia Marchetto

Claudia Marchetto

Redattore

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (6)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza