Fortnite rimosso dall'App Store: Epic Games fa causa ad Apple contro il suo 'monopolio' ed è guerra tra colossi

Epic lancia una "rivoluzione" contro il "monopolio della mela morsicata".

È una vera e propria guerra quella che in questo momento sta vedendo contrapposti due colossi assoluti come Epic Games ed Apple. Una guerra che si lega a doppio filo a Fortnite e che vede la compagnia di Tim Sweeney sfruttare il famosissimo videogioco per attaccare le pratiche della mela morsicata.

Poco dopo la presentazione di un sistema per acquisti in game in grado di aggirare l'App Store e la sua tassazione del 30%, Apple ha rimosso Fortnite dalla piattaforma citando come motivazione il fatto che il titolo violerebbe le linee guida del colosso tech. Epic ovviamente non è stata con le mani in mano ma ha colto l'occasione per fare prontamente causa ad Apple sfruttando anche un'avvocatessa di primo piano come Christine Varney, una professionista che durante l'amministrazione Obama ha guidato la divisione antitrust del Dipartimento di Giustizia.

Ma Epic non si è accontentata delle vie legali e non ha perso l'occasione per dare vita anche a una campagna social contro Apple attraverso il video Nineteen Eighty-Fortnite e attraverso l'hashtag #FreeFortnite. Il video in particolare è una parodia dell'iconica pubblicità 1984 di Apple e in questo caso è quest'ultima la cattiva della situazione.

"Epic Games ha disobbedito al monopolio dell'App Store. Come reazione Apple sta proibendo Fortnite su miliardi di dispositivi. Visitate fn.gg/freefortnite e unitevi alla lotta per impedire che il 2020 si trasformi nel 1984", è l'appassionata descrizione a corredo del video.

Epic ha presentato la causa nei confronti di Apple sottolineando come la compagnia sfrutti pratiche anti-competitive dando vita a una dimostrazione del potere di un vero e proprio monopolio sulla distribuzione di app iOS e su monetizzazione e acquisti in-game.

Tim Sweeney, CEO di Epic Games, aveva accusato Google e Apple di aver dato vita a un monopolio assoluto su mobile e ciò che sta accadendo in queste ore è un evidente escalation di pesanti critiche legate anche e soprattutto alle tasse del 30% imposte a qualsiasi app. La necessità di andare oltre la suddivisione dei guadagni 70/30% è da sempre una battaglia di Epic e ora il conflitto è entrato nel vivo.

Epic ha fatto causa ad Apple e allo stesso tempo sta alimentando una battaglia social facendo leva su un mastodonte come Fortnite. Come andrà a finire?

Fonte: CNN

Vai ai commenti (25)

Riguardo l'autore

Alessandro Baravalle

Alessandro Baravalle

Redattore

Si avvicina al mondo dei videogiochi grazie ad un porcospino blu incredibilmente veloce e a un certo "Signor Bison". Crede che il Sega Saturn sia la miglior console mai creata e che un giorno il mondo gli darà ragione.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Amazon Luna annunciato! Ecco il servizio cloud gaming di Amazon

Utilizzerà la sua tecnologia Amazon Web Services.

'PS5 e Sony in difficoltà, Xbox dominerà il mercato nella next-gen'

David Jaffe, papà di God of War e Twisted Metal ci va giù pesante.

ArticoloC'è tanta Xbox nelle scelte di PS5 - editoriale

I cambi dell'ultimo minuto sui prezzi di lancio e sulle politiche riguardanti le esclusive lasciano intravedere qualche insicurezza nella strategia di Sony.

Commenti (25)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza