Baldur's Gate 3 non avrà l'italiano al lancio e parte una petizione online

Il Bel Paese non si arrende.

Sul popolare sito di petizioni online, Change.org, alcuni videogiocatori italiani hanno dato il via ad una raccolta firme per chiedere a Larian Studios l'introduzione della lingua italiana in Baldur's Gate 3.

Questo perché, stando a quanto recentemente dichiarato dagli sviluppatori, l'italiano non sarà una delle lingue presenti all'uscita del gioco in Accesso Anticipato. Una notizia che ha irritato parecchio la fanbase nostrana, specialmente dopo che il team aveva pubblicamente dichiarato l'opposto durante i primi reveal.

Inoltre, come sottolineato da uno dei firmatari, l'italiano in Baldur's Gate 3 dovrebbe essere una forma di "cortesia" da parte degli sviluppatori, specialmente dopo essersi approfittata di traduzioni amatoriali gratis per la serie Divinity Original Sin:

"Per ben due volte(com Divinity Original Sin) si sono "appropriati" di traduzioni amatoriali(e potevano essere in parte giustificati visto il brand poco famoso da noi) ma con BG3 no. L'italiano è la seconda lingua in Europa per vendita di manuali di D&D e questo brand di videogiochi è famosissimo anche da noi. Sarebbe più giusto che uscisse in Italiano(sottotitoli) subito al day one.".

Siamo onesti, le petizioni online lasciano sempre il tempo che trovano; tuttavia, se dovesse raggiungere un numero consistente di firme, potrebbe perlomeno attirare l'attenzione di Larian e strappare una reazione. Se poi ciò porterà alla traduzione italiana, chi può dirlo con certezza?

Baldur's Gate uscirà il 30 settembre su PC e Google Stadia in Accesso Anticipato. Italiano o no, resta comunque un titolo molto atteso dai fan degli RPG.

Fonte: Change.org

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (1)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza