Xbox Series S: il prodotto giusto nel momento giusto?

Rich e John ne parlano nell'ultimo DF Direct.

Sembrava che Microsoft ci mettesse un'infinità di tempo prima di decidere finalmente di svelare la sua tanto rumoreggiata seconda console next-gen, quella Xbox Series S più compatta e dal prezzo inferiore. Eppure quando il reveal è arrivato pochi giorni fa, tutto è avvenuto prima del previsto con Microsoft che correva ai ripari per rispondere a un leak che ne svelava prezzo e design.

Rich Leadbetter e John Linneman hanno visto per la prima volta questo hardware sei mesi fa, quando hanno visitato il quartier generale di Microsoft a Redmond (Washington) per una presentazione esclusiva di Xbox Series X. Ora possono finalmente parlare di questa insolita nuova console in un episodio speciale di Digital Foundry Direct che trovate proprio qui di seguito.

Il video include spezzoni filmati in quel di Redmond nel mese di marzo così come conversazioni registrate questa settimana in cui si analizzano tutte le ultime informazioni, incluso il prezzo deciso da Microsoft e il posizionamento nel mercato di Seris S. Nel video c'è parecchio su cui riflettere e di cui discutere. (Come bonus aggiuntivo potete anche dare un'occhiata alla ricostruzione del momento in cui Series S è stata presentata al Digital Foundry a Redmond, quando un rappresentante di Microsoft ha fatto spuntare la console da una borsa).

Nonostante il suo annuncio inaspettato, Xbox Series S è stata accolta con un certo entusiasmo questa settimana e non c'è da meravigliarsene. È una piccola macchina allettante che propone un valore interessante e guarda anche al passato, a una precedente era delle console sia nel suo prezzo (lo stesso prezzo di lancio di PlayStation 2 e della prima Xbox), sia nel suo formato curato e giocattoloso. Allo stesso tempo è anche sorprendentemente ben attrezzata condividendo con Xbox Series X la presenza del veloce SSD, l'hardware ray tracing e la tecnologia CPU next-gen. Il tutto per puntare a proporre un impatto grafico convincente ma a una risoluzione minore (e con una efficienza a livello di potenza decisamente maggiore) Questa settimana abbiamo anche avuto la possibilità di vedere una buona dose di footage di giochi che dovrebbero girare su Xbox Series S, incluso Gears 5 a 120 fps.

I compromessi? Oltre all'assenza del lettore, i suoi 8 GB di memoria rischiano di andare stretti per i giochi sviluppati per next-gen, esattamente come i 500 GB del suo SSD. Al di là di questi aspetti, c'è parecchio che ancora non conosciamo ed è difficile affermare quanto l'esperienza di gioco potrebbe dover scendere a compromessi su Series S. Vale la pena far notare che, tra le affermazioni di Microsoft sui 1440p come obiettivo a livello di risoluzione, la nota demo in Unreal Engine girava a 1440p anche sulla molto più potente PlayStation 5. Riuscirà Xbox Series S a proporre qualcosa di vagamente simile a quella esperienza? Il tempo ce lo dirà.

Ciò che però ora sappiamo è che l'obiettivo per Xbox Series S, e per certi versi anche Series X, è piuttosto diverso da qualsiasi altro visto prima per una console di nuova generazione. Invece di puntare sullo stupire i giocatori core con nuove esperienze, si indirizza l'attenzione verso un mercato molto più ampio parlando del valore offerto da Game Pass e dall'abbonamento All Access. E la più abbordabile e adorabile Xbox Series S si incastra perfettamente in quel tipo di messaggio, specialmente nell'attuale situazione economica. Potrebbe semplicemente essere la console giusta al momento giusto.

Vai ai commenti (8)

Riguardo l'autore

Oli Welsh

Oli Welsh

Editor-in-chief

Oli is the editor of Eurogamer.net and likes to take things one word at a time. His friends call him The European, but that's just a coincidence. He's still playing Diablo 3.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (8)

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza