Xbox Series X/S con espansioni di memoria troppo costose? Microsoft ha una spiegazione

Next-gen, quanto ci costi?

Qualche giorno fa, Microsoft ha ufficializzato i prezzi delle schede d'espansione per la memoria di Xbox Series X e Xbox Series S. In linea di massima, possiamo dire che gli utenti non l'hanno presa benissimo.

Per il momento, infatti, le uniche schede che verranno messe in commercio sono SSD della Seagate da 1TB, vendute alla bellezza di $219.99. Giusto per fare un confronto, una console Xbox Series S nuova di zecca (con soli 512GB di SSD, ma che include anche un controller), costa 299,99$.

Com'è possibile che queste "memory card" di nuova generazione siano così costose, nonostante gli SSD attualmente in commercio siano decisamente più abbordabili? La spiegazione è arrivata direttamente da Jason Ronald, direttore del program management per Xbox, attraverso un intervento su Xbox Wire.

Per farla breve, le schede Seagate sarebbero state realizzate su misura, per imitare l'architettura delle nuove Xbox, la così chiamata Velocity Architecture. In questo modo, le performance fra l'SSD d'espansione e quello nativo risulterebbero identiche, cosa che non sarebbe garantita con un SSD esterno "comune":

"Questo livello di consistenti e sostenute performance, richiede dei componenti avanzati, che hanno un costo superiore rispetto a quello degli hard disk o degli SSD che trovate normalmente nei PC. Grazie alla nostra partnership con un leader del settore come Seagate abbiamo lavorato insieme per proporre una soluzione di espansione che garantisse performance identiche al più basso costo possibile, con disponibilità già per la fine di quest'anno.".

Roland ha comunque sottolineato come Microsoft abbia intenzione di esplorare ulteriormente il settore delle memorie espandibili, per offrire in futuro tagli e implementazioni diverse, in modo da avere sul mercato più varietà e più scelta.

XboxSeriesX_Storage_HERO

Non sappiamo se, con il passare del tempo, le memorie caleranno di prezzo, oppure se dobbiamo iniziare fin da subito a pianificare i nostri download. Se non altro, Microsoft ha confermato che i vecchi HDD USB 3.1 potranno essere usati per archiviare i giochi Xbox, Xbox 360 e Xbox One e avviarli nelle loro impostazioni base, quindi la vostra raccolta retro è salva. Se, invece, volete giocare a questi titoli sfruttando le migliorie esclusive delle console next-gen, allora essi dovranno essere obbligatoriamente installati sull'SSD, interno o esterno.

Anche i giochi next-gen potranno essere salvati su HDD esterno, ma per loro non ci sono scuse: per essere giocati, dovranno finire obbligatoriamente su SSD.

Cosa ne pensate? Secondo voi i costi di queste memory card sono giusti, oppure proibitivi? Come gestirete la memoria della vostra futura Xbox Series X/S?

Fonte: Xbox Wire

Contenuti correlati o recenti

Xbox e Bethesda, Phil Spencer chiarisce: 'non abbiamo acquisito Zenimax'

Il boss della divisione gaming spiega tutto in un'intervista.

'Apple non ha alcun diritto sui frutti del lavoro di Epic'

Epic Games all'attacco con una nuova deposizione.

Nintendo Switch Pro avrÓ un display mini-LED?

Nuovi rumor su questa fantomatica nuova versione.

Articoli correlati...

Commenti (33)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza