Beyond Good & Evil: Michel Ancel nega le accuse di comportamenti tossici in un 'faccia a faccia' con la protagonista Jade

Una particolare "intervista".

Di Michel Ancel in questo periodo si è sentito parlare spesso: il papà di Beyond Good & Evil ha deciso di abbandonare il settore videoludico per dedicarsi ad altro. Pochi giorni dopo il suo annuncio, un articolo del giornale francese Libération ha pubblicato un report il quale indicava che l'addio di Ancel era strettamente legato ai ben noti casi di abusi e tossicità presenti all'interno della leadership Ubisoft.

Subito dopo è arrivata la smentita di Ancel che ora, in un lungo post su Instagram, ha condiviso prove "vecchie di 10 anni" che negherebbero un suo coinvolgimento in questa drammatica situazione. La cosa peculiare è che il post è stato creato come se fosse stato intervistato da Jade, la protagonista di Beyond Good & Evil.

Ancel "parla" con Jade sostenendo che il giornalista del quotidiano Libération ha utilizzato le informazioni di "persone gelose e piene di rabbia", spiegando che c'è un gruppo di veterani di Ubisoft Montpellier che apparentemente odiano lo sviluppatore da anni. A sostegno di ciò, condivide un fumetto che è stato apparentemente inviato all'intero studio in cui si legge: "Il mio nome stesso è un marchio ora, non devo più fare nulla, solo la mia presenza vale almeno il 20% delle azioni di Ubisoft. Sono passati anni dall'ultima volta che ho fatto qualcosa ma nessuno mi dice niente, posso avere tutte le donne che voglio qui, posso chiedere un intero piano tutto per me, posso fare tutti i capricci che voglio, imbronciarmi quanto voglio". Il fumetto è apparentemente più lungo e include battute sessuali che Ancel afferma di aver rimosso.

Ancel condivide anche un'e-mail che ha inviato allo studio con la sua risposta spiegando che il team di Beyond Good and Evil 2 aveva perso 2 anni di lavoro a seguito di un "fiasco tra Lynn e la gestione dello studio". LyN è il motore sviluppato da Ubisoft Montpellier e l'email tradotta sembra averla scritta in modo errato. Descrive in dettaglio la mancanza di personale e quella parte del team di Beyond Good and Evil 2 ha dovuto andarsene mentre lo studio ha dovuto concentrarsi sul supporto della fine di RGH, molto probabilmente Rabbids Go Home.

beyond

L'artista che apparentemente ha disegnato il fumetto ha risposto a quell'e-mail dicendo: "Spero di non averti fatto del male", per iniziare. Ancel evidenzia sezioni specifiche della risposta. "L'email che hai inviato è vantaggiosa. Avrà il vantaggio di silenziare le voci di corridoio (o accentuarle)". Un'altra sezione evidenziata dall'e-mail tradotta recita: "Ti rispetto, credo nel bene e ti apprezzo come uomo. E sarà necessario renderti giustizia per quello che hai passato, e al numero di persone che lavorano qui grazie a te e che ti sputano addosso". Verso la fine si legge anche: "Ti lascio in pace. Cambio obiettivo".

Ma perché tirare fuori queste prove ora? Ancel afferma che le stesse persone lo stanno attaccando di nuovo, ma questa volta attraverso un giornalista piuttosto che un fumetto. Sembra pensare che le motivazioni potrebbero essere legate al fatto che alcuni veterani hanno chiuso i loro progetti, e che alcuni che hanno lasciato Ubisoft per avviare la propria azienda sono tornati per soldi e non hanno "apprezzato di essere sfidati durante la produzione".

L'immaginaria intervista con Jade si conclude con lui che risponde alla domanda "Forse hai chiesto troppo?" con "È un po' più complicato". Sembra che ci sia dell'altro in arrivo poiché la didascalia indica che questa è solo la parte 1. Non è chiaro se la parte 2 arriverà presto o se Ancel aspetterà un po'. Ad ogni modo non ci resta che aspettare.

Fonte: Dualshockers

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (2)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza