Super Mario Sunshine e l'inquietante scoperta del Toad intrappolato per sempre al di sotto della mappa

Tutto solo soletto per anni.

Super Mario Sunshine ha fatto recentemente ritorno su console Nintendo, grazie all'edizione rimasterizzata uscita su Switch nella collection Super Mario 3D All-Stars Collection, la quale include anche Super Mario 64 e Super Mario Galaxy.

Ora che i riflettori sono nuovamente puntati su questi leggendari platformer, qualcuno ha pensato bene di esaminare le versioni originali, per scoprire se queste avventure celino ancora qualche segreto da svelare. Incredibile ma vero, nonostante la veneranda età, Super Mario Sunshine nascondeva ancora un piccolo segreto.

Boundary Break, il popolare canale youtube che sfrutta glitch e hack della telecamera per esplorare il mondo inaccessibile dei videogiochi, ha recentemente pubblicato un nuovo video dedicato interamente a Sunshine. In esso, possiamo ammirare un gran numero di asset mai utilizzati, oggetti che volano fuori dai confini del gioco e altri dettagli interessanti.

Ma l'elemento che merita sicuramente la nostra attenzione è la triste esistenza di un Toad Giallo, nascosto sotto l'Isola Delfino e isolato da tutti. Il personaggio in questione appare nel momento in cui Bowser Jr arriva a Piazza Delfino con il suo sottomarino: in teoria, dovrebbe essere un NPC di contorno che reagisce al rapimento di Peach ma, per qualche motivo, clippa all'interno della mappa mentre il livello viene caricato e sparisce dal gioco.

Il Toad è interagibile come un normale NPC e ha un proprio dialogo, ma dato che si trova sotto la mappa, non potrete mai parlarci normalmente ed è destinato ad una vita misera in solitudine.

Se ve lo state chiedendo, sì, questo problema non è presente all'interno della versione Switch, dove il Toad appare e resta normalmente in game. Che dire, dopo anni passati sottoterra, anche un Toad Giallo meritava di vedere il sole di Sunshine, non credete anche voi?

Fonte: Kotaku

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

ArticoloAstro's Playroom - prova

Primo contatto con PS5 e Dual Sense. Primo contatto con la next-gen.

ArticoloLittle Nightmares II - prova

Gli incubi fanno meno paura in due?

Crash Bandicoot e Spyro si fondono e nasce...Sprash Dragdicoot!

Il character designer dei due titoli dà spazio alla fantasia.

Crash Bandicoot 4: It's About Time - recensione

Il ritorno di una leggenda nella sua forma più splendente.

Commenti (0)

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza