Golden Axed č uno dei titoli annunciati da SEGA per i suoi 60 anni ma dietro ci sarebbe lo spettro del crunch

Mancanza di comunicazione, tra le altre cose.

SEGA ha annunciato diversi titoli in arrivo gratuitamente per celebrare i 60 anni della società. Tra questi troviamo Streets of Kamurocho e Golden Axed, una rivisitazione dell'iconico gioco originale. Ed è proprio quest'ultimo ad essere nel mirino di un ex sviluppatore.

Secondo quanto riportato, Tim Dawson, co-fondatore dello sviluppatore di Unpacking, ed ex animatore senior presso SEGA Studios Australia, ha criticato la decisione dell'editore di lanciare Golden Axed. Dawson è tra coloro che hanno lavorato al prototipo ed ora svela un retroscena per niente idilliaco.

"Mi sono svegliato con la sorprendente notizia che SEGA sta per pubblicare il prototipo di Golden Axe che ho codificato nel 2012 in condizioni lavorative difficili", ha detto Dawson su Twitter, affermando di aver lavorato al gioco per 14 ore al giorno. "Almeno non sono il solo - questa sembra essere una sorpresa per tutti quelli che conosco a cui ci hanno effettivamente lavorato. Questo progetto era il mio personale incubo: avevamo una gestione inetta, lo sviluppo è stato fatto in condizioni assurde, perciò è una sensazione strana vederlo emergere otto anni dopo senza contesto e soprattutto senza crediti".

Durante il progetto originale, al team fu chiesto di realizzare un "prototipo di gameplay raffinato" per un pitch interno a Golden Axe in due settimane. Il mandato era per una versione più oscura di Golden Axe, che il team ha cercato di combinare con lo "spirito del gioco originale". È stato loro assicurato che la direzione avrebbe permesso loro di sviluppare il prototipo a modo loro.

Purtroppo, sempre secondo quanto dichiarato, le cose non sono andate davvero così. Dopo una settimana e mezza, una build del prototipo è stata presentata al team di gestione, a cui non piaceva. Hanno sostenuto che non c'era un "fattore wow" e che "non era un action 3D simile a God of War come loro avevano espressamente chiesto", tra le altre critiche.

Dawson e il suo team hanno deciso di ignorare il feedback e hanno continuato a lavorare sul prototipo rispettando la loro visione originale. Quando la build finita è stata svelata, le reazioni sono state completamente diverse. "Lo stesso team di gestione che mi aveva criticato si era messo in fila per dirmi quanto fosse bello", ha detto Dawson. "Mi sentivo morto dentro. Non solo perché per un paio di settimane ha lavorato 7 giorni nonostante un infortunio al braccio destro, ma perché non avevo più fiducia nelle persone che gestivano le cose".

Attualmente SEGA non ha fatto nessuna dichiarazione a riguardo, ma rimanete sintonizzati con noi per ulteriori informazioni che non esiteremo a darvi.

Fonte: GamesIndustry

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (0)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza