Call of Duty: Black Ops Cold War e Warzone si uniranno verso fine 2020

Armi e perks dedicati in arrivo.

Call of Duty: Warzone, la modalità battle royale stand alone di Call of Duty, si unirà all'imminente Black Ops Cold War nel mese di dicembre.

Activision ha recentemente confermato la "convergenza", spiegando nel dettaglio come funzionerà il tutto. L'integrazione, originalmente prevista al lancio, non arriverà subito, ma sarà comunque disponibile entro il 2020, quindi bisognerà aspettare un po'.

Black Ops Cold War seguirà la stessa struttura stagionale introdotta con Modern Warfare: ogni stagione durerà un paio di mesi e sarà accompagnata da un relativo Battle Pass, la cui funzione resterà immutata.

Al lancio della prima stagione, a dicembre, i giocatori potranno sbloccare le prime armi e operatori di Cold War in Warzone, esattamente come accadeva con il capitolo precedente. Activision ha confermato che le armi ottenute in Modern Warfare e Cold War avranno ognuno un loadout differente, ma entrambi saranno disponibili in ogni momento. In sintesi, le armi di Modern Warfare non potranno essere "mescolate" con quelle di Cold War e i suoi relativi perk.

Per il resto, la progressione del giocatore continuerà ad essere unificata attraverso tutte le modalità: quello che sbloccherete nel multiplayer di Cold War (dopo l'unione di dicembre) funzionerà sia in Warzone che nella modalità Zombies.

Activision spiegherà questa fusione con ulteriori dettagli nelle prossime settimane, ma possiamo dire di avere già una chiara visione di quello che hanno intenzione di creare.

Cosa ne pensate? Siete contenti che Warzone non resterà una modalità collegata esclusivamente a Modern Warfare?

Ricordiamo che Call of Duty Black Ops Cold War uscirà il 13 novembre su PC, PS4, PS5, Xbox One e Xbox Series X/S.

Fonte: VG247

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (4)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza