The Elder Scrolls 6 e Starfield avranno grandi miglioramenti grazie al nuovo motore di Bethesda

Todd Howard non vede l'ora di mostrarlo ai fan.

Bethesda sta lavorando a un nuovo motore di gioco che alimenterà i suoi imminenti giochi next-gen, The Elder Scrolls VI e Starfield, e ora Todd Howard ha anticipato quanto sarà significativo l'aggiornamento dell'engine.

Howard ha detto durante un recente evento (via GI.biz) che la revisione del motore è "probabilmente la più grande che abbiamo mai fatto, forse più grande di quella del passaggio da Morrowind a Oblivion". Per questo motivo Bethesda sta investendo pesantemente nel team dietro l'engine.

È probabile che il nuovo motore di gioco di Bethesda manterrà alcune delle cose che le persone conoscono e amano, incluso il supporto per le mod e l'approccio generale ai mondi aperti, ha suggerito Howard. Tuttavia, al di fuori di questo, i fan possono aspettarsi grandi cambiamenti.

"Dal rendering all'animazione, fino alla generazione procedurale ... non voglio dire tutto, ma è una revisione significativa", ha detto Howard. "Ci è voluto più tempo di quanto avremmo voluto, ma alimenterà tutto ciò che stiamo facendo con Starfield e The Elder Scrolls 6. Quando le persone vedranno i risultati, si spera che saranno felici come noi di ciò che comparirà sullo schermo".

Per quanto riguarda quando potremmo vedere i frutti di questo lavoro, Howard ha detto che i fan dovranno aspettare un po'. Lo sviluppatore ha sottolineato che vorrebbe poter annunciare un gioco e lanciarlo in un ordine relativamente breve, come ha fatto con Fallout 4 quando è stato annunciato all'E3 di giugno e lanciato pochi mesi dopo a novembre. Al momento nessuno sa quando arriveranno gli attesissimi The Elder Scrolls VI e Starfield, ma Howard ha condiviso le recenti novità sull'engine per tenere i fan aggiornati.

The Elder Scrolls VI e Starfield sono stati annunciati all'E3 2018 con due trailer, ma senza alcun gameplay o dettagli su cosa aspettarsi. Bethesda ha annunciato questi giochi in quel preciso momento per assicurare ai fan che stava lavorando su questi attesi titoli che potrebbero essere considerati giochi Bethesda "classici" dopo che lo studio ha adottato un approccio diverso con Fallout 76.

Bethesda e la sua società madre ZeniMax sono state recentemente acquisite da Microsoft per 7,5 miliardi di dollari, il che segna la seconda più grande acquisizione nella storia. Non è chiaro se The Elder Scrolls VI e Starfield saranno esclusivi per Xbox.

Che ne dite?

Fonte: Gamespot.

Vai ai commenti (5)

Giochi trattati in questo articolo

Riguardo l'autore

Matteo Zibbo

Matteo Zibbo

Redattore

Appassionato di videogiochi e musica (quella più rumorosa e veloce possibile), ha un'insana passione per i GdR occidentali che gli sta condizionando l'esistenza.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (5)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza