PS5 al giudizio della critica: l'unica console che regala subito 'sensazioni' next-gen - articolo

I critici concordano sul fatto che la console Sony trascenda il confronto diretto con Xbox.

La tentazione di creare deliberatamente suspense è soverchiante. Dopo mesi di lenta costruzione di hype e di promesse accumulate, gli embarghi sono finalmente scaduti e le opinioni sia sulla nuova Xbox che sulla nuova PlayStation sono online. Potremmo mantenere un senso di mistero su quale delle due compagnie abbia compiuto il primo passo più convincente nella nuova generazione ma quando è così chiaro perché disturbarsi?

Per quanto i critici siano certamente soddisfatti da Xbox Series X|S, gli apprezzamenti sono stati attentamente misurati e pesati con una manciata di distinguo. Con PlayStation 5 l'opinione è inequivocabile: se state cercando in questo momento un assaggio di ciò che la nuova generazione del gaming sarà, Sony è davvero l'unica scelta.

In effetti, dopo aver letto più di una dozzina di recensioni, c'era solo una critica principale anche se presente quasi in ogni articolo. In parole povere PlayStation 5 è gigantesca e per molti recensori non particolarmente bella da vedere. Dan Silver di The Daily Telegraph's è stato particolarmente esplicito e deciso nel sottolineare il proprio parere negativo nei confronti del design proposto da Sony.

"Alcuni considereranno PS5 assolutamente brutta: un massiccio mattone nero avvolto in una sgradevolmente asimmetrica copertura bianco metallo"

The Daily Telegraph

"La nuova scatola di Sony non è una bellezza", scrive Silver. "Infatti alcuni la considereranno assolutamente brutta: un massiccio mattone nero avvolto in una sgradevolmente asimmetrica copertura bianco metallo. È un ovvio tentativo di ottenere un'icona istantanea che fallisce così nettamente da essere quasi ridicolo. Le dimensioni di PS5 sono sia l'elefante nella stanza che un elefante nella stanza".

Gli aspetti negativi finiscono lì. Per tutti coloro che riescono a "sopportare" le dimensioni e la forma di PS5 (e per essere chiari il The Daily Telegraph ha comunque dato 4 stelle su 5 e una sentita raccomandazione) sembra che Sony non abbia fatto nemmeno un passo falso con la console che segue la PlayStation 4 leader del mercato. Secondo Elise Favis di The Washington Post', il successo della console sta nell'idea di porre l'"immersione" al centro di ogni importante decisione di design.

"È un concetto con cui i videogiochi hanno flirtato nel corso della loro intera esistenza ma PlayStation 5 si spinge oltre i limiti", afferma Favis. "PS5 attinge ai vostri sensi per coinvolgervi. Piuttosto che proporre una finestra in un altro mondo, PS5 vi pone a tutti gli effetti all'interno di un mondo che potete vedere, ascoltare e sentire come mai prima d'ora.

1
Con periferiche avanzate come il controller DualSense e le cuffie che supportano lo spatial audio 3D, la PS5 offre un'esperienza next-gen più completa di Xbox

"Certo, siete abituati alla vibrazione del controller mentre il vostro personaggio cade da una collina o viene colpito dalla spada di un nemico ma quello era l'approccio vecchio e diretto. Ora potete sentire attraverso il palmo delle vostre mani le gocce di pioggia che cadono su un ombrello. Il sibilo di un proiettile che passa accanto al vostro orecchio sinistro potrebbe istintivamente farvi voltare in quella direzione. Combinare i momenti finemente bilanciati di feedback aptico con l'audio 3D permette a PS5 di trasmettere la sensazione di un'esperienza veramente next-gen".

La chiave di tutto questo non è l'architettura all'interno della "scatola" ma il controller nelle vostre mani. Tom Orry di VG247 ha aperto la sua recensione con un leggermente velato rimando all'approccio deliberatamente graduale e iterativo di Microsoft nei confronti delle sue nuove console. PlayStation 5 non arriva con un "controller perfezionato ma in definitiva pressoché identico" che evidenzia l'approccio della concorrenza. Piuttosto propone una periferica che entusiasmerà chiunque sarà così fortunato da provarne uno.

"Qualcosa che non penso possa rendere infelice qualcuno è il controller DualSense", afferma Orry. "Penso onestamente che il nuovo controller PS5 spingerà le persone a ripensare radicalmente le proprie decisioni sugli acquisti multipiattaforma. È un fantastico pezzo di tecnologia e uno dei veri punti salienti dei miei primi giorni con la nuova console di Sony".

"Penso onestamente che il nuovo controller di PS5 farà radicalmente rivalutare le decisioni di acquisto multipiattaforma"

VG247

Le lodi per il controller DualSense sono unanimi e Andrew Webster di The Verge dà ulteriormente credito a Sony per aver incluso un gioco gratis con la console. Astro's Playroom, che sotto molti aspetti è una dimostrazione per ciò che il DualSense offre, risolve il problema del come comunicare un salto generazionale che è più difficile da vedere rispetto a quanto lo sia da provare con mano, da "sentire".

"Il feedback aptico è evidente dal momento in cui inizi a giocare", afferma Webster. "Mentre vi muovete con il personaggio principale Astro potete sentire i leggeri passettini nelle vostre mani con tanto di alternanza destra-sinistra per mimare l'andatura.

"Quella è una cosa molto bella ma tutto si fa ancora più interessante quando camminate su superfici diverse. È difficile da esprimere a parole ma c'è una granulosità quando si cammina sulla sabbia e un sorprendentemente accurato "schiaffo" quando Astro si tuffa in una piscina. In una sequenza si può sentire il tamburellare della pioggia nelle vostre mani e quando si passa a una pioggia gelida la sensazione diventa ancora più rigida e pesante".

I grilletti adattivi del controller offrono un grado simile di accuratezza aptica: la quantità di resistenza al vostro tocco aumenta e decresce per meglio simulare l'azione su schermo. Secondo Webster, quelli che sembrano cambiamenti relativamente piccoli trasformano "queste altrimenti azioni standard in qualcosa di incredibilmente soddisfacente".

"Mi sono ritrovato a esplorare nuove aree e tecniche solo per scoprire se potessi trovare nuove sensazioni...I designer non hanno bisogno di cambiare il proprio gioco per funzionare al meglio con il controller nel modo in cui avrebbero dovuto con qualcosa come un Wii remote o Kinect. E perfino al lancio ci sono già buoni esempi di sviluppatori third-party che sfruttano il DualSense".

2
Forse il più grande vantaggio di PS5 è la disponibilità di giochi come Astro's Playroom e Spider-Man: Miles Morales, titoli che dimostrano le feature più avanzate del nuovo hardware

Ecco un altro punto in cui il paragone tra competitor non è così lusinghiero per Microsoft. Come Rob Fahey ha puntualizzato nel suo pezzo d'opinione, le parole di Sony sul "credere nelle generazioni" non le hanno impedito di lanciare una console che è virtualmente vicina ai proprietari di PS4 quanto Microsoft lo è nei confronti degli utenti Xbox One. Tuttavia, mentre Xbox Series X/S propone la stessa UI della precedente console, un controller scarsamente diverso e assolutamente nessun gioco first-party che dimostri le capacità uniche dell'hardware, Sony ha garantito qualcosa di nuovo in ciascuna di queste aree.

Sam Loveridge di Games Radar è rimasto particolarmente impressionato dal "Centro di Controllo" di PS5, una nuova sezione dell'UI che cambia in base a ciò che l'utente sta facendo.

"È davvero una tecnologia sorprendente che vi catapulta oltre schermate di caricamento e menu in un battito di ciglia"

Games Radar

"C'è anche una sezione chiamata Switcher proprio accanto al pulsante home che permette di saltare con facilità tra i giochi a cui si ha fatto recentemente accesso. Non è di certo come la funzionalità Quick Resume di Xbox Series X dato che i giochi non vengono mantenuti in sospensione ma la velocità a cui vengono lanciati (anche dal disco) vi potrebbe far credere che lo siano.

In maniera più importante però, offrirà informazioni relative a ciò che state facendo in game. Queste piccole "carte" Attività spuntano come cartelloni turistici colorati dirigendovi verso il vostro prossimo trofeo o le vostre recenti immagini offrendo più informazioni sulla missione a cui vi state dedicando attualmente. Permette anche di saltare a un'altra attività in game completamente diversa se lo desiderate...È davvero una tecnologia fantastica, che vi fa andare oltre schermate di caricamento e menù in un baleno".

Nella sua recensione, Mat Paget di GameSpot ha rivelato di aver completato tutte le sfide stealth in Spider-Man: Miles Morales di Insomniac attraverso le carte Attività del Control Center di PS5, senza bisogno di navigare attraverso menu di gioco o anche solo attraversare l'open world del titolo fino ad arrivare all'indicatore della missione. Questo è reso possibile, afferma Paget, dai tempi di caricamento consistentemente veloci per tutti i giochi.

"Caricare e accedere alla nuova avventura dell'arrampicamuri dalla home richiede meno di dieci secondi e una volta che vi trovate a volteggiare in giro per Manhattan, dovrete attendere solo un altro paio di secondi per un viaggio veloce in qualsiasi punto dell'enorme open world", scrive Paget.

"Questo netto miglioramento assicura che spendiate molto più tempo a giocare e meno tempo ad attendere che il gioco si carichi ma garantisce dei benefici anche nella vera e propria rappresentazione dell'open world...Una delle prime dimostrazioni più impressionanti di questo aspetto si ha quando finite una missione all'interno di un covo nemico. Obbligati a una fuga repentina, mirate a un condotto e lanciate Spider-Man attraverso di esso arrivando ad alta velocità e senza soluzione di continuità nell'open world. È un momento molto veloce ma è un traguardo tecnico che mi entusiasma in vista della prossima generazione di giochi open-world".

Questa potrebbe essere la differenza più cruciale tra PlayStation 5 e Xbox Series X/S all'alba di questa nuova generazione. Semplicemente non possiamo ignorare il fatto che Microsoft abbia coscientemente fatto la scelta di allontanarsi dagli ampi balzi tra console e muoversi verso il tipo di consistenza che l'ecosistema Game Pass richiede. Ma allo stesso tempo non possiamo ignorare che la scelta di Microsoft intrinsecamente riduca le opportunità di valorizzare l'entusiasmo verso il nuovo, che è ciò che i recensori hardware cercavano arrivando alle loro conclusioni.

È tutto parte di una strategia a lungo termine di Microsoft la cui validità verrà dimostrata nel corso di mesi e anni. Quel che Sony ha dimostrato è che in definitiva al di là dell'aspetto che i giochi del futuro avranno, nulla batte un po' di lustrini quando si tratta di aizzare l'entusiasmo nel qui e ora.

Vai ai commenti (97)

Riguardo l'autore

Matthew Handrahan

Matthew Handrahan

Editor-in-Chief  |  MattHandrahan

Matthew Handrahan joined GamesIndustry in 2011, bringing long-form feature-writing experience to the team as well as a deep understanding of the video game development business. He previously spent more than five years at award-winning magazine gamesTM.

Contenuti correlati o recenti

ArticoloXbox Series X/S sono l'inizio della fine per le generazioni di console - editoriale

Forse non un acquisto fondamentale oggi ma gettano le fondamenta per il futuro dell'industria.

Xbox Adaptive Controller un capolavoro nato da una miriade di cambiamenti durante lo sviluppo

La versione finale del controller non assomiglia assolutamente al primo prototipo creato.

PS5 ha nel DualSense il miglior controller della storia di Sony?

Il voto dei giocatori in un sondaggio molto interessante.

Articoli correlati...

Commenti (97)

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza