Capcom e il grave attacco hacker: compromessi dati personali di clienti e dipendenti

Gli hacker hanno trafugato anche segreti aziendali.

Le violazioni di dati non sono una novità nel settore dei videogiochi e Capcom sembra essere l'ultima vittima di un attacco hacker.

Il 4 novembre, Capcom ha annunciato che un gruppo di hacker chiamato Ragnar Locker ha avuto accesso alla rete interna dell'azienda il 2 novembre. Ora, in una dichiarazione, la società ha rivelato che l'hack ha potenzialmente compromesso le informazioni personali di clienti e dipendenti, e le informazioni aziendali riservate.

Secondo l'annuncio, la quantità totale di informazioni personali a cui gli hacker hanno avuto accesso arriva a circa 350.000 articoli. Sono stati compromessi i dati di clienti, dipendenti, azionisti e altro ancora. Tuttavia, la società ha sottolineato che gli hacker non hanno avuto accesso alle informazioni delle carte di credito.

Capcom rileva inoltre di aver iniziato a contattare gli utenti per informarli della situazione. La società continuerà a lavorare con la polizia sia in Giappone che negli Stati Uniti per segnalare quali informazioni sono state consultate e prevede di istituire un comitato consultivo per la sicurezza del sistema per evitare che incidenti simili si ripetano.

Che ne pensate?

Fonte: Gamespot.

Vai ai commenti (0)

Riguardo l'autore

Matteo Zibbo

Matteo Zibbo

Redattore

Appassionato di videogiochi e musica (quella più rumorosa e veloce possibile), ha un'insana passione per i GdR occidentali che gli sta condizionando l'esistenza.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (0)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza