The Elder Scrolls 6 e Starfield su PS5. Sony: 'non vediamo l'ora di saperne di più anche noi'

Anche il CEO di PlayStation attende novità.

Il CEO di Sony Interactive Entertainment, Jim Ryan, sembra desideroso come chiunque altro di sapere se i fan di PlayStation potranno giocare ai futuri giochi Bethesda.

Il destino dei prossimi progetti di Bethesda Softworks è stato un punto di discussione importante da quando Microsoft ha annunciato l'acquisizione di ZeniMax Media per $ 7,5 miliardi.

Se l'accordo dovesse essere completato come previsto all'inizio del 2021, Xbox Game Studios crescerà da 15 a 23 team di sviluppo, tra cui Bethesda Game Studios, il creatore delle serie Fallout e The Elder Scrolls, nonché di Starfield.

In un'intervista con l'agenzia di stampa russa TASS, al boss di PlayStation Ryan è stato chiesto il suo punto di vista riguardo l'acquisizione e se i giocatori PS5 saranno in grado di giocare a The Elder Scrolls 6 o Starfield.

"Questa è una decisione che è fuori dal nostro controllo, aspetteremo e vedremo cosa accadrà", ha risposto. "Non vedo l'ora di saperne di più".

"Abbiamo solo un approccio diverso. Ci siamo concentrati su una crescita organica, lenta, ma costante dei nostri studi, sostenuta in modo selettivo dalle acquisizioni".

"Rispettiamo i passi compiuti dalla nostra concorrenza, sembrano logici e sensati", ha aggiunto. "Ma siamo ugualmente felici e fiduciosi, non abbiamo mai avuto una line-up di lancio migliore per le nostre console."

jim_ryan_768x510

Con circa 2.300 dipendenti in tutto il mondo, gli studi Bethesda Softworks includono anche id Software (Doom), ZeniMax Online Studios (The Elder Scrolls Online), Arkane (Dishonored, Prey), MachineGames (Wolfenstein) e Tango Gameworks (The Evil Within).

In seguito all'annuncio dell'accordo con ZeniMax, il boss di Xbox Phil Spencer ha detto che Microsoft onorerà gli accordi di esclusività con PS5 che Bethesda ha stipulato su titoli come Deathloop e Ghostwire: Tokyo.

Altrove nell'intervista di TASS, Ryan ha suggerito che Sony potrebbe avere un asso nella manica per contrastare Xbox Game Pass. "In realtà ci sono novità in arrivo, ma non oggi", ha detto quando gli è stato chiesto come risponderà PlayStation al servizio in abbonamento di Microsoft.

Ryan ha recentemente previsto che i possessori di PS5 non dovranno aspettare fino alla fine del ciclo di vita della console per vedere i veri giochi che definiranno la generazione.

"Probabilmente nel 2022 vedrete cose meravigliose come nel 2015/2016 per la generazione precedente, quando sono arrivati i giochi che hanno poi definito la generazione".

Che ne pensate?

Fonte: VGC.

Vai ai commenti (0)

Giochi trattati in questo articolo

Riguardo l'autore

Matteo Zibbo

Matteo Zibbo

Redattore

Appassionato di videogiochi e musica (quella più rumorosa e veloce possibile), ha un'insana passione per i GdR occidentali che gli sta condizionando l'esistenza.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Scott Pilgrim vs. The World: The Game - Complete Edition - recensione

Non molto tempo fa, nella misteriosa città di Toronto, in Canada, Scott Pilgrim si era messo con una liceale...

ArticoloThe Elder Scrolls 6 ci trasporterà ad Hammerfell? Partono le indagini!

Uomini lumaca? Esperanto? Relitti? Immergiamoci tra gli indizi disseminati da Bethesda.

ArticoloGeralt di Rivia: un protagonista disabile

"Non ho smesso di pensare a questa questione".

Commenti (0)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza