Cyberpunk 2077 - le migliori impostazioni grafiche per PC: come ottenere le migliori prestazioni senza sacrificare la qualità visiva - articolo

Le impostazioni ottimizzate possono incrementare il frame-rate del 35%

Non ci sono dubbi: Cyberpunk 2077 è un gioco parecchio impegnativo in termini di risorse, sia a livello di CPU che di GPU, che richiede un disco a stato solido per un'esperienza ottimale. Forse è un gioco indicato per i computer del futuro ma, allo stato attuale, è già possibile ottenere una fantastica esperienza per PC.

Come? Vi basterà seguire le nostre impostazioni ottimizzate! Abbiamo testato ogni impostazione grafica in Cyberpunk 2077, misurato l'impatto sulle prestazioni e valutato la qualità complessiva che si ottiene in ogni preset. L'idea è semplice: conservare tutto ciò che rende il gioco "di nuova generazione" da una prospettiva visiva senza sacrificare troppo sotto il profilo delle performance.

A dirla tutta, il sistema di test che abbiamo utilizzato non è affatto mainstream: abbiamo accoppiato una CPU Core i9 10900K di Intel con una Nvidia RTX 3090 e 32 GB di RAM DDR4 a 3200 MHz, eseguendo il gioco da un'unità NVMe. Tuttavia, tutte le nostre misurazioni sono state effettuate con una risoluzione 4K, il che significa che scendendo nella scala della risoluzione fino a 1080p, i requisiti delle schede grafiche si ridimensioneranno notevolmente. Per mettere tutto questo in prospettiva, le nostre impostazioni consigliate vi consentiranno di eseguire il gioco senza ray tracing a risoluzione 4K30 utilizzando la versione bilanciata di DLSS su una RTX 2060 o di raggiungere i 1440p a 60fps (con solo piccoli cali nelle parti più trafficate della città). È interessante notare che la risoluzione 1080p nativa appare leggermente più pesante di quella a 1440p con DLSS e sicuramente risulta molto meno impressionante.

La nostra guida ai settaggi ottimizzati di Cyberpunk 2077: come migliorare le prestazioni senza incidere troppo sulla qualità visiva.

Speriamo che questo dia un'idea di come questo gioco sia scalabile dal punto di vista grafico: è parecchio impegnativo. L'RTX 2060 potrà anche essere la GPU Nvidia meno potente, tra quelle caratteristiche next-gen, ma è comunque una GPU abbastanza capace. Ovviamente si possono regolare molte delle impostazioni verso il basso e avere comunque un'ottima esperienza ma a quel punto si inizierebbe a ridurre il livello di qualità generale. Il nostro scopo era quello di settare uno standard mantenendo l'impatto visivo mozzafiato del gioco: raggiungere questo obiettivo con una RTX 2060 è qualcosa di impressionante. Certo, è necessario scendere a dei compromessi: i 6 GB di VRAM della scheda eliminano il ray tracing dall'equazione a meno che si scelga di impostare la risoluzione a 1080 e di accontentarsi dei 30fps (in quel caso, si può massimizzare ogni singolo effetto RT). È comunque un spettacolo impressionante, nel complesso.

Prima di tutto, per capire esattamente come abbiamo scelto le nostre impostazioni ottimizzate, vi consigliamo di guardare il video. Per darvi un'idea dell'utilità di queste impostazioni, sul sistema con RTX 3090 a risoluzione 4K senza Ray Tracing o DLSS in uso, il passaggio dalle impostazioni Ultra normali a quelle ottimizzate offre un miglioramento del 35% delle prestazioni, recuperando 5 ms di tempo di rendering. Quando un'esperienza a 60 fps richiede essenzialmente un budget di rendering di 16 ms per fotogramma senza influire sulla fedeltà visiva, siamo di fronte ad un traguardo davvero impressionante.

3

Notate bene che consigliamo la quality mode con DLSS a 1080p, quella bilanciata a 1440p e la performance mode a 4K, sempre se state usando una scheda RTX, ovviamente. Per le impostazioni ottimizzate del Ray Tracing, consigliamo di disattivare le ombre RT, eseguire l'illuminazione RT a livello medio e tenere attivi i riflessi. Per un'alternativa più 'leggera' si potrebbero disattivare anche i riflessi RT optando, invece, per la versione rasterizzata con riflessi screen-space. Come potreste immaginare, l'utilizzo del DLSS è essenziale per mantenere buone prestazioni. Al momento, il Ray Tracing sembra funzionare solo su schede Nvidia, nonostante utilizzi l'API DXR che dovrebbe consentire il funzionamento anche sulle offerte RDNA 2 di AMD. Dato che il DLSS Super Resolution del Team Red non è attualmente disponibile, tuttavia, possiamo prevedere che sarà difficile ottenere buone prestazioni RT su schede AMD.

Possiamo prevedere che i requisiti di sistema si alleggeriranno nel corso delle prossime settimane perché è chiaro che il gioco ha alcuni problemi tecnici importanti. Per cominciare, come avrete notato nel video, guidare per la città può avere un impatto notevole sulla CPU e sembra che le tecnologie come l'SMT o l''hyper threading' non funzionino correttamente sui processori Ryzen. Ciò significa che una delle principali CPU mainstream (il Ryzen 5 3600) soffre più del dovuto, in particolare quando si guida ad alta velocità in città. Apparentemente esiste una mod utente capace di risolvere il problema ma non abbiamo riscontrato alcun miglioramento nelle prestazioni legate alla CPU. Speriamo che CD Projekt Red affronti l'intera situazione con una certa urgenza. In secondo luogo, alcune impostazioni semplicemente non sembrano funzionare. Possiamo immaginare che le impostazioni del livello di dettaglio abbiano implicazioni sia sulla CPU che sulla GPU ma la sua regolazione non ha fatto differenza per la presentazione. Questo, insieme a tanti altri aspetti del gioco, devono essere migliorati.

Sebbene ci aspettiamo che le ottimizzazioni da parte dello sviluppatore arrivino a tempo debito, la nostra esperienza con il gioco conferma nuovamente la tesi secondo cui questo è un titolo rivolto alla prossima generazione di hardware, soprattutto se si cerca di raggiungere i 60 fotogrammi al secondo senza compromettere troppo la qualità visiva.

Preset Ultra con rasterizzazione nativaSettaggi Ottimizzati
Le impostazioni di rasterizzazione ottimizzate impiegano cieli di qualità inferiore, shadow map meno definite, SSR, SSAO e una gamma di colori meno ampia. Le immagini che seguono sono state catturate su una RTX 3090 a risoluzione 4K.
Preset Ultra con rasterizzazione nativaSettaggi Ottimizzati
Le impostazioni di rasterizzazione ottimizzate impiegano cieli di qualità inferiore, shadow map meno definite, SSR, SSAO e una gamma di colori meno ampia.
DLSS Performance Ray Tracing - Preset UltraDLSS Performance Ray Tracing - Impostazioni OttimizzateDLSS Performance Ray Tracing - Impostazioni Ottimizzate Leggere
Le impostazioni ottimizzate per il Ray Tracing eliminano le ombre RT e riducono la qualità dell'illuminazione RT. La versione 'leggera', invece, rimuove completamente i riflessi RT.
DLSS Performance Ray Tracing - Preset UltraDLSS Performance Ray Tracing - Impostazioni OttimizzateDLSS Performance Ray Tracing - Impostazioni Ottimizzate Leggere
Le impostazioni ottimizzate per il Ray Tracing eliminano le ombre RT e riducono la qualità dell'illuminazione RT. La versione 'leggera', invece, rimuove completamente i riflessi RT.

Il titolo offre una certa scalabilità sul lato grafico dell'equazione ma meno sul fronte della CPU: potremmo addirittura affermare che le specifiche consigliate da CDPR mirano a un'esperienza a 30 fotogrammi al secondo, adatta anche ai processori a 4 core/8 thread. I giocatori che utilizzano ancora i chip i5 più vecchi (4core/4 thread) avranno qualche difficoltà.

Dal momento che il gioco si è dimostrato così impegnativo per l'hardware, possiamo prevedere che Cyberpunk 2077 spingerà molte persone ad aggiornare i loro PC, specialmente considerando che nemmeno la RTX 2060 riesce supportare i 1080p nativi a 60fps anche con le nostre impostazioni ottimizzate (il DLSS, però, può fare davvero la differenza in questo caso).

C'è un ultimo acquisto che consiglieremmo nell'elenco dei potenziali aggiornamenti: un monitor della frequenza di aggiornamento variabile. Raggiungere 60 fotogrammi al secondo è un conto ma sostenerli per tutta la durata del gioco è tutt'altro. Un display G-Sync o FreeSync vi consentirà di scegliere come target una "finestra" di prestazioni (diciamo da 50 a 60 fps) che apre la strada ad una maggiore flessibilità nelle impostazioni. Su un display standard, ottenere una certa coerenza significa regolare i preset per adattarsi agli scenari peggiori, il che è molto, molto più complicato.

Il risultato finale è sbalorditivo. La versione PC di Cyberpunk 2077 sembra davvero una generazione oltre le versioni per console e sarà affascinante vedere come CD Projekt Red sceglierà di attingere alla grafica e alla potenza della CPU delle console PlayStation 5 e Xbox Series, soprattutto per quanto riguarda il ray tracing. Le risposte arriveranno nel 2021 ma, al momento, non ci sono dubbi: il PC è il posto migliore per giocare Cyberpunk 2077, a patto che abbiate a disposizione l'hardware necessario per affrontare la sfida. Speriamo che le nostre impostazioni ottimizzate possano aiutarvi ad ottenere l'esperienza migliore possibile ma toccherà a CD Projekt Red fornire miglioramenti significativi dal lato CPU dell'equazione.

Vai ai commenti (7)

Riguardo l'autore

Alex Battaglia

Alex Battaglia

Redattore

Ray-tracing radical, Turok technophile, Crysis cultist and motion-blur menace. When not doing Digital Foundry things, he can be found strolling through Berlin examining the city for rendering artefacts.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (7)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza