I giochi più attesi del 2021 dalla redazione di Eurogamer - articolo

Ecco i titoli da tenere d'occhio per l'anno che sta per arrivare.

Il 2021 è ormai alle porte e, complice la recente uscita delle console di nuova generazione, si prospetta come un anno entusiasmante per gli appassionati di videogiochi, indipendentemente dalla piattaforma di riferimento. Al netto di qualche evidente problema di distribuzione, le nuove macchine di Sony e Microsoft sono finalmente arrivate sul mercato, portando con sé nuovi titoli, servizi irrinunciabili e soprattutto una promessa: il prossimo anno sarà una battaglia senza esclusione di colpi.

Anche il mondo PC, nell'anno appena passato, ha conosciuto una netta crescita in termini di popolarità grazie anche al lavoro di Nvidia e AMD che hanno lanciato sul mercato componenti hardware potenti e accessibili per tutti. Tutto questo, unitamente alla convenienza degli store di Steam, GOG o Epic e a una serie di prodotti esclusivi, ha gettato nuova luce sul PC Gaming che, ad oggi, può vantare un mercato alquanto fiorente.

E che dire di Nintendo Switch? L'ibrida dell'azienda nipponica continua a macinare numeri straordinari sotto il profilo delle vendite ma anche a ospitare porting ritenuti 'tecnicamente impossibili' e a sfornare esclusive di assoluto pregio. Cosa ci aspetta nel 2021?

La redazione di Eurogamer.it ha deciso di guardare al futuro, con un'approfondita rassegna dei giochi più interessanti confermati per il prossimo anno.

MONSTER HUNTER RISE

Apriamo la nostra disamina con Monster Hunter Rise, il nuovo, attesissimo capitolo della serie Capcom in arrivo in esclusiva per Nintendo Switch il 26 marzo del 2021. Dopo lo strepitoso successo di Monster Hunter World e Iceborne, la saga dei cacciatori di mostri torna con una incarnazione votata alla portabilità che porterà con sé una serie di novità assolute per il brand.

1

Spicca, tra le altre cose, l'inclusione degli Insetti-Filo, una meccanica inedita che permette ai giocatori di navigare velocemente negli ambienti sfruttando la verticalità delle pareti rocciose o eseguendo repentini scatti aerei per evitare i furiosi attacchi nemici. Gli Insetti-Filo potranno essere utilizzati anche in combinazione alle armi per compiere manovre offensive mai viste prima ed avere la meglio sui temibili mostri che popolano questo nuovo mondo. Ciò apre la strada a soluzioni di gameplay originali che potrebbero sorprendere anche i veterani più incalliti della serie.

Per la prima volta, inoltre, ci sono anche dei companion canini che andranno ad affiancarsi agli immancabili Felyne. I Canyne, questo il nome scelto per la nuova categoria di alleati, ci aiuteranno nella caccia attaccando i nemici, offrendo supporto nella lotta e potranno essere anche cavalcati per allontanarci rapidamente dai pericoli senza consumare il prezioso indicatore della resistenza.

Monster Hunter Rise, per giunta, introdurrà un'ambientazione tutta nuova, evidentemente influenzata dai paesaggi tipici dell'America meridionale e di alcune parti dell'entroterra giapponese. Il villaggio di Kamura, base operativa della Gilda in questo capitolo, appare già da ora artisticamente ispiratissimo e sarà il punto focale della storia narrata in Rise. Il paese, infatti, è minacciato da una piaga millenaria nota come 'La Furia', una sorta di frenesia misteriosa che sembra pervadere la fauna locale e che spinge i mostri ad attaccare gli abitanti senza apparente motivo. Toccherà ai giocatori tentare di risolvere il mistero affrontando creature sempre più pericolose e devastanti: un vero e proprio marchio di fabbrica per il brand.

Capcom ha annunciato che Monster Hunter Rise riceverà una demo giocabile alla fine di gennaio: torneremo sicuramente a parlarne.

RESIDENT EVIL VILLAGE

Rimaniamo in casa Capcom per parlare di Resident Evil Village, ottavo capitolo canonico della leggendaria serie di survival horror e seguito diretto di quel Resident Evil 7 che aveva sconvolto critica e pubblico quasi quattro anni fa. Ethan Winters, protagonista dell'episodio precedente, è riuscito a sopravvivere ad un autentico incubo ad occhi aperti nella magione dei Baker ed ora conduce una vita tranquilla assieme alla moglie Mia in una località segreta sotto la protezione della BSAA, gruppo paramilitare che si occupa della lotta al bioterrorismo.

Ben presto, però, la quotidianità dell'uomo sarà spezzata da una visita inaspettata di Chris Redfield, vera e propria icona della serie che, questa volta, sembra nascondere una sorta di oscuro segreto. Nel trailer rilasciato in occasione della presentazione del gioco vediamo Chris irrompere in casa di Ethan e compiere un gesto di rara brutalità per poi dileguarsi in una tormenta di neve scortato dai soldati della BSAA. Inizierà una caccia all'uomo che condurrà Ethan alle porte di un fatiscente villaggio apparentemente governato da una enigmatica setta religiosa.

2

La clip in questione continua con un giro turistico dei sobborghi che danno il titolo al gioco e ci offre un assaggio delle creature che infestano le strade del paese. Tra queste è facile scorgere un'anziana signora impegnata in riti occulti, un enorme boia armato di ascia e un... licantropo (!). Capcom sembra intenzionata a rinfrescare l'immaginario che sorregge la sua serie di punta e lo fa con un capitolo davvero coraggioso che potrebbe scuotere le fondamenta del brand e proiettarlo verso nuovi orizzonti. Non vediamo davvero l'ora di esplorarlo a fondo.

L'impostazione del gioco, invece, sarà in tutto e per tutto simile a quella di Resident Evil 7 con una prospettiva in prima persona che dovrebbe garantire una maggiore immersione negli orrori che saremo chiamati ad affrontare. E sì, sappiamo che ve lo state chiedendo: quello alla fine del video sembra proprio il 'Mercante' di Resident Evil 4.

Resident Evil Village è atteso esclusivamente per console next-gen e PC in un non meglio precisato periodo del 2021.

GOD OF WAR: RAGNAROK

Il sequel/reboot di God of War firmato dal creative director Cory Barlog è stato sicuramente uno dei prodotti migliori partoriti dall'industria videoludica nella generazione che si è appena conclusa. L'epopea di Kratos e di suo figlio Atreus nelle terre del Nord è un vero capolavoro di programmazione, una perla rara nel panorama dei giochi d'azione sia dal punto di vista tecnico che da quello prettamente ludico. Sony Santa Monica è riuscita a confezionare una nuova visione di questo classico PlayStation mantenendo ben visibile la sua identità senza rinunciare ad una buona dose di innovazione.

Il quarto capitolo del brand, infatti, sacrifica buona parte della linearità che aveva sempre contraddistinto la serie per adottare una progressione più libera, un mondo più aperto e ricco di segreti da scoprire. Tutto questo, comunque, non significa che l'ultima avventura di Kratos fosse meno spettacolare o intensa di quanto visto in passato, anzi. L'ex-dio della guerra è un uomo più maturo, un eroe crepuscolare che non riesce a liberarsi dei fantasmi del suo passato e che porta sulle spalle il peso degli orribili atti di brutalità compiuti in precedenza ma è sempre lo stesso potentissimo essere che ha decimato gli dei dell'Olimpo nelle prime iterazioni della serie.

Il finale mozzafiato del God of War del 2018 apriva le porte ad una nuova linea narrativa legata al Fantasma di Sparta che, a quanto pare, continuerà già nel 2021 con God of War: Ragnarok, annunciato a sorpresa durante lo showcase di presentazione di PlayStation 5 di settembre. Sebbene le informazioni in merito a questo secondo episodio della nuova saga siano piuttosto esigue, cosa possiamo aspettarci? Semplice! La stessa formula del predecessore elevata a potenza, uno scontro senza precedenti col pantheon degli dei norreni, il degno proseguimento di quella che, a tutti gli effetti, è stata una delle esperienze più travolgenti dell'ultimo decennio. Al timone c'è ancora Cory Barlog e tutta la squadra che si era occupata del rilancio di God of War quasi tre anni fa: non potremmo essere in mani migliori.

3

THE MEDIUM

Bloober Team è il nome di un piccolo studio polacco che, nel corso degli ultimi anni, è riuscito a ritagliarsi un posto di rilievo tra i più talentuosi esponenti del genere horror. Già autori dell'ottimo Layers of Fear e del relativo (meno ispirato) sequel, il team di Bloober si è anche occupato del tie-in del celeberrimo Blair Witch Project per PC e console e dell'ottimo horror psicologico noto come Observer.

Nel 2021, invece, arriverà The Medium, la storia della potente sensitiva Marianne e della sua indagine circa un efferato omicidio. Quest'ultima è una medium dotata di capacità uniche come quella di muoversi liberamente all'interno di una dimensione alternativa popolata da spiriti e amenità varie per avere una prospettiva differente della realtà che la circonda. La risoluzione di enigmi ambientali, lo scontro con le creature che si annidano nel mondo esterno e l'oculata gestione delle risorse assumeranno un ruolo fondamentale nell'economia del gameplay. Vi ricorda niente? E se vi dicessimo che le musiche sono curate dal leggendario Akira Yamaoka, compositore della serie di Silent Hill?

4

Gli sviluppatori non hanno mai nascosto le chiare ispirazioni derivanti dal capolavoro horror di Konami e puntano ad omaggiarlo con un'esperienza che attinge a piene mani da Silent Hill, a partire dall'impostazione fissa delle telecamere fino ad arrivare all'ottima direzione artistica. Cosa ancora più interessante, The Medium utilizzerà il velocissimo SSD delle console di nuova generazione per caricare simultaneamente i due mondi tra cui sarà possibile muoversi, in modo da passare dall'uno all'altro senza caricamenti o interruzioni di sorta. Se la sceneggiatura dovesse rivelarsi all'altezza, potremmo essere di fronte ad un incubo digitale da non sottovalutare per gli amanti del genere.

L'uscita di The Medium è prevista per il 21 gennaio 2021 in esclusiva console per Xbox Series X|S e per PC.

HALO: INFINITE

Altro giro, altra esclusiva Xbox. E che esclusiva. Halo: Infinite è il nuovo episodio dell'epica saga di Master Chief e della sua strenua lotta contro gli alieni Covenant. Dopo essere sopravvissuto alla missione suicida per salvare Cortana in Halo 5: Guardians, John-117 tenta di raggiungere Zeta-Halo, il settimo pianeta ad anello soggiogato dai Banished, un gruppo ribelle di Brute capitanati dal malvagio Atriox (già visto in Halo Wars 2) che si sono rivoltati contro l'impero Covenant. Tutto questo mentre una minaccia ancestrale incombe sull'umanità che, ancora una volta, dovrà contare su Master Chief per avere salva la vita.

Le premesse parlano di uno dei capitoli più ambiziosi di Halo dai tempi del passaggio di consegne da Bungie a 343 Industries nonché dell'episodio più vasto e profondo dell'intera serie. L'intenzione di Xbox Game Studios era quella di operare un soft-reboot della saga per allontanarsi da alcune delle meccaniche più controverse degli ultimi due capitoli e tornare alle radici del brand per offrire un'esperienza più in linea con i fasti del passato. Halo: Infinite avrebbe dovuto accompagnare l'uscita delle console next-gen di Microsoft ma qualcosa, purtroppo, è andata storta.

Il primo video di gameplay pubblicato per il titolo non è riuscito a fare breccia nei cuori dei fan a causa di una realizzazione tecnica piuttosto arretrata che non rifletteva la cura promessa dagli sviluppatori di 343 ed ha costretto il team a rimandare Infinite a data da destinarsi. Fortunatamente, però, sembra che tutto il tempo aggiuntivo necessario alla pubblicazione verrà utilizzato per rifinire l'esperienza e portare sugli scaffali un degno seguito delle avventure di Chief nel mondo più vasto e articolato mai visto nella saga.

Halo: Infinite è ora atteso per l'autunno del 2021 su Xbox One e Series X|S. Non vediamo l'ora di rivederlo in azione!

HOLLOW KNIGHT: SILKSONG

Come fa un titolo indie sviluppato da un team australiano composto da meno di cinque elementi a conquistare la copertina di una rivista prestigiosa come EDGE? Facile, se quel titolo è il seguito di Hollow Knight, uno dei migliori MetroidVania mai apparsi sul mercato. Team Cherry ha annunciato Silksong nel febbraio del 2019 per poi mostrarlo al pubblico con un'estesa demo in occasione dell'E3 dello stesso anno. Questo atteso sequel appariva come una riproposizione delle meccaniche che avevano reso grande l'originale, calate in un contesto differente e con un nuovo protagonista e sembrava pronto ad approdare sul mercato nei mesi successivi.

Poi, però, silenzio assoluto. Hollow Knight: Silksong è sparito dai radar per mesi, saltando eventi e fiere dedicate ai videogiochi e iniziando a fare temere gli appassionati circa il suo stato di salute. Tutto questo fino a pochi giorni fa quando EDGE, per l'appunto, ha mostrato al mondo la copertina del suo prossimo numero sui cui troneggia l'immagine della nuova protagonista Hornet su sfondo rosso porpora.

Questa seconda incarnazione del brand dovrebbe riprendere la stessa formula MetroidVania del precedente ed arricchirla con nuovi avversari (si parla di un totale di oltre 160 creature differenti), un nuovo sistema di quest e una diversa gestione degli oggetti e delle cure.

Sebbene Hollow Knight: Silksong sia ancora avvolto per gran parte nel mistero, l'uscita è prevista per il prossimo anno ed è subito schizzato al vertice dei nostri giochi più attesi.

FINAL FANTASY XVI

'L'Eredità dei Cristalli ha plasmato la nostra storia troppo a lungo'. Il trailer di presentazione di Final Fantasy XVI si chiudeva con questa solenne frase che preannunciava una sorta di rottura col passato della serie il cui immaginario è storicamente legato a doppio filo alla potenza dei cristalli di Materia. Il trailer Awakening della sedicesima Fantasia Finale, divulgato durante lo showcase di PlayStation 5, è stato sicuramente uno tra i più potenti dello scorso anno e ci ha dato la possibilità di sbirciare dietro le quinte di ciò che Square Enix sta preparando per noi.

Per prima cosa, Final Fantasy XVI abbandona il setting futuristico visto nel tredicesimo e quindicesimo capitolo per tornare a immaginare un mondo fantasy più classico, medievaleggiante, conteso tra diverse casate nobiliari: il Sacro Impero di Sanbreque, il Regno di Waloed, la Repubblica Dhalmekkiana, il Regno di Ferro e il Granducato di Rosaria. Proprio a quest'ultima appartiene il protagonista, Clive Rosfield, un cosiddetto Scudo incaricato di proteggere il Dominante della Fenice, suo fratello Joshua. Si tratta di un guerriero di rara abilità che ha il difficile compito di contenere l'immenso potere dell'Eikon di fuoco che si nasconde all'interno del corpo del piccolo erede della famiglia di Rosaria.

Dal punto di vista del gameplay, Final Fantasy XVI sembra premere molto l'acceleratore sulla componente hack'n'slash più pura, ancora di più rispetto a quanto visto nel quindicesimo capitolo o in Kingdom Hearts ma, a detta degli sviluppatori, la componente ruolistica assumerà un valore decisamente importante nella formula.

Al timone del gioco c'è Hiroshi Takai, già noto per il suo lavoro sulla serie SaGa e su The Last Remnant mentre il produttore è lo stesso Naoki Yoshida che i fan avevano apprezzato in veste di director degli MMO Dragon Quest X e Final Fantasy XIV: un team di assoluto pregio, dunque, che dovrebbe garantire al gioco una certa qualità sia in termini di scrittura che in quelli più puramente ludici.

Final Fantasy XVI è atteso in esclusiva console per PS5 nel corso del 2021.

DEATHLOOP

Deathloop è il nuovo progetto di Arkane Studios, uno dei team più talentuosi in forze a Bethesda Softworks, già sviluppatori dell'eccellente serie Dishonored e del mai troppo lodato reboot di Prey. Si tratta di un bizzarro shooter in prima persona ambientato sulla fittizia isola di Blackreef, intrappolata in un loop temporale eterno che, in qualche modo, è legato all'eterna lotta tra due assassini professionisti: il protagonista Colt e la sua rivale Julianna. Il nostro compito sarà quello di rompere il loop eliminando otto obiettivi sparsi nell'isola e, per farlo, sarà possibile utilizzare una serie di gadget, poteri speciali e armi dalla diversa natura... sempre che Julianna non riesca ad eliminarci per prima.

Ad ogni morte il ciclo ripartirà dall'inizio e ci costringerà a trovare nuovi approcci per portare a termine la nostra missione. Anche in questo caso, sembra che la cura per il level design tipica delle produzioni di Arkane giocherà un ruolo fondamentale per permettere ai giocatori di interpretare le missioni nel modo più libero e personale possibile.

Deathloop arriverà in esclusiva PS5 il 21 maggio 2021 e sembra che Arkane voglia implementare un utilizzo creativo del pad DualSense. A quanto è trapelato dalle prime prove del gioco, infatti, sembra che Deathloop farà leva sulle feature peculiari del controller di PS5 per offrire un'esperienza senza precedenti: sparando di continuo con le vostre armi da fuoco, ad esempio, potrà capitare che un proiettile si inceppi in canna e i grilletti adattivi del DualSense verranno bloccati per simulare il malfunzionamento. Davvero una prospettiva intrigante, non c'è che dire.

HOGWARTS LEGACY

Il PlayStation Showcase di settembre ha alzato il sipario anche su Hogwarts Legacy, il tanto vociferato RPG sviluppato da Avalanche, ambientato nel Mondo Magico partorito dalla penna di J.K.Rowling, ma cronologicamente lontano dalla storia di Harry Potter. Siamo, infatti, nel 1800 e vestiamo i panni di uno degli studenti della Scuola di Magia e Stregoneria di Hogwarts che sembra possedere una strana predisposizione alla magia ancestrale.

Il gioco ci darà la possibilità di scegliere liberamente la nostra casata di appartenenza, di frequentare le lezioni e di esplorare luoghi storici come la Foresta Proibita e il Villaggio di Hogsmeade in quello che si prospetta come il più grande open world mai prodotto su questa licenza. Sarà anche possibile scegliere il proprio allineamento e decidere se perseguire il bene comune sventando un'antica minaccia che rischia di compromettere il mondo magico oppure cedere al male e scatenare un flagello su Hogwarts.

Il trailer mostrava alcune sezioni di gameplay emozionanti che faranno la gioia degli appassionati del Mondo Magico ma Hogwarts Legacy è ancora avvolto in una fitta coltre di mistero. Ciò che sembra sicuro è che verrà rilasciato su PS4, PS5, Xbox One, Xbox Series X|S e PC nel corso del 2021. Se siete fan dell'universo di Harry Potter, non potete farvelo sfuggire.

E voi? Che ne pensate? Quali sono i titoli che attendete di più per il 2021? Fatecelo sapere nei commenti!

Vai ai commenti (33)

Riguardo l'autore

Riccardo Cantù

Riccardo Cantù

Redattore

Nato nel 1993, Riccardo ha coltivato, negli anni, una passione smodata per tutto ciò che è entertainment. Videogiochi, cinema, fumetti, musica e letteratura sono il suo pane quotidiano e ama le lunghe discussioni riguardanti queste tematiche.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (33)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza