I giochi dell'anno: Ori and the Will of the Wisps

Non lo senti arrivare e ti rimane nel cuore.

Sicuramente lo avete sentito nominare ma probabilmente molti di voi non hanno ancora giocato il meraviglioso adventure-platform di Moon Studios. Ori and the Will of the Wisps segue la luminosa traccia del suo predecessore, Ori and the Blind Forest, superandolo con grazia e regalando al suo pubblico un'esperienza emozionante e molto prossima alla perfezione.

Il nostro Riccardo Cantù ve lo ha raccontato con dovizia di particolari lo scorso marzo, assegnandogli un meritatissimo 9 pieno. Chi vi scrive oggi invece lo ha scoperto solo di recente grazie al Game Pass e ha potuto goderselo su Xbox Series X con tutte le migliorie del caso.

Ori and the Will of the Wisps è un libro che racconta una fiaba scintillante e oscura, che prende vita sotto le vostre dita quasi per magia. Un metroidvania perfettamente bilanciato e ambientato in un mondo aperto che sembra uscito dalla fantasia dei fratelli Grimm, contraddistinto da un "comparto artistico che non teme rivali in termini qualitativi", come recita lo stesso Riccardo.

Sulla nuova console di Microsoft il gioco esplode in tutta la sua grandezza, limando le pochissime imperfezioni dell'edizione One, come l'occasionale input-lag, e salendo un ulteriore (mezzo) gradino verso la perfezione. L'aggiornamento next-gen gli ha permesso di raggiungere i 4K a 120 FPS, di ridurre quasi a zero i tempi di caricamento e di guadagnare una serie di effetti aggiuntivi, che possono essere gestiti a piacimento nella schermata delle impostazioni. Credeteci, anche se lo avete già spolpato vale la pena farci un altro giro per goderselo in questa nuova veste.

Ciliegina sulla torta di una produzione quasi inappuntabile, è stata la decisione di Microsoft di aprire la sua esclusiva ad altre piattaforme per far godere questa meraviglia ad un pubblico più vasto possibile. Dopo essere stato incluso nel succulento Game Pass, Ori and the Will of the Wisps è uscito anche su Nintendo Switch, sia in formato digitale che fisico.

Se non avete avuto l'occasione di giocare questo gioiellino è giunto il momento di recuperare il tempo perduto... tanto in questo periodo di tempo ne avrete probabilmente a sufficienza.

Vai ai commenti (7)

Riguardo l'autore

Daniele Cucchiarelli

Daniele Cucchiarelli

Redattore

Lavora nel giornalismo videoludico da oltre 11 anni. Anche se tutti quelli che lo conoscono gli hanno consigliato di "trovarsi un lavoro serio", resta sempre fedele al suo primo amore.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (7)

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza