GameStop continua a non sorridere: a Natale vendite in calo e il Coronavirus è più forte di PS5 e Xbox Series X/S

Tra negozi chiusi e licenziamenti, un 2020 molto difficile

GameStop ha riportato oggi i risultati delle vendite durante le festività natalizie, affermando che il totale è diminuito del 3,1% su base annua a 1,77 miliardi di dollari nonostante la forte domanda per le nuove console PlayStation 5 e Xbox Series X/S. Sfortunatamente, le unità rese disponibili all'interno dei negozi non sono bastate per accontentare la domanda di console next-gen.

Il calo delle vendite è stato attribuito principalmente a due fattori: il primo è l'emergenza sanitaria da COVID-19 che ha fatto sì che i negozi non riuscissero a lavorare a pieno ritmo dati gli ingressi contingentati e le chiusure straordinarie. Il secondo fattore è la chiusura permanente di 462 negozi dalla fine del 2019 ad ottobre del 2020.

"Nel complesso, restiamo fiduciosi sia negli aspetti di crescita positiva per il 2021 guidati dalla nostra strategia di aggiungere nuovi ed entusiasmanti flussi di entrate dai prodotti in tutto ciò che riguarda i giochi e l'intrattenimento, sia la forte domanda per la nuova generazione di prodotti per videogiochi basati su console", ha dichiarato il CEO di GameStop, George Sherman.

gs

"GameStop si trova in una solida posizione di mercato con notevoli margini di esecuzione. Stiamo sfruttando le nostre capacità aumentando le nostre vendite di e-commerce e dimostrando la nostra capacità unica di servire i nostri clienti, ovunque, ogni volta e comunque scelgano di fare acquisti e provare i giochi" ha concluso il CEO.

Fonte: GamesIndustry

Vai ai commenti (1)

Giochi trattati in questo articolo

Riguardo l'autore

Claudia Marchetto

Claudia Marchetto

Redattore

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (1)

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza