Cyberpunk 2077 e la questione rimborsi c'è chi si commuove: 'una sincerità rara in questo periodo'

Masahiro Sakurai, director di Super Smash Bros., commenta il caso Cyberpunk.

Cyberpunk 2077 nonostante il suo incredibile successo che gli è valso un guadagno di più di 600 milioni di dollari in un solo mese, si è trovato di fronte ad una serie di problematiche riguardanti soprattutto le versioni PlayStation 4 e Xbox One. Il fatto che su console last-gen il titolo tanto atteso di CD Projekt RED fosse ingiocabile ha portato lo studio di sviluppo a iniziare una serie di rimborsi.

Ora, in un'intervista a Famitsu, il director di Super Smash Bros. Ultimate, Masahiro Sakurai, si è detto commosso dal gesto dello studio di sviluppo. Nell'intervista Sakurai parla di come ha provato il gioco sia su PlayStation 4 Pro che su PC: per quanto riguarda la versione PS4 Pro, il director ha detto di non avere avuto problemi nell'avviarlo e che il gioco viaggiava sui 30 frame rate, ma all'inizio, giocandolo su PC, ha riscontrato diversi bug.

"Cyberpunk 2077 è un gioco da sogno" ha dichiarato Sakurai, "e mi chiedo quanta pianificazione è stata necessaria per svilupparlo. Sostengo fermamente dal profondo del mio cuore questo gioco, soprattutto per la questione dei rimborsi. Avere a che fare con i rimborsi è un qualcosa che mi commuove profondamente perché questo tipo di sincerità è difficile da trovare al giorno d'oggi".

Cyberpunk 2077 è disponibile su PC, Xbox One, Xbox Series X/S, PS4, PS5 e Google Stadia. Lo studio di sviluppo attualmente è al lavoro su diverse nuove e importanti patch che dovrebbero migliorare significativamente le cose.

Fonte: Siliconera

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (1)

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza