Assassin's Creed Valhalla ha permesso ai fan di decodificare la misteriosa lingua degli Isu

Un video ci spiega come Ŕ stata realizzata la decodificazione della lingua.

Assassin's Creed ha una serie infinita di misteri e puzzle, il più duraturo dei quali è il linguaggio degli Isu. Sebbene sia stato introdotto per la prima volta in Assassin's Creed II del 2009, solo con Assassin's Creed Valhalla del 2020 i fan hanno appreso di più sulla lingua morta.

In un video pubblicato su YouTube, i ragazzi del fansite Access The Animus descrivono in dettaglio i passaggi che hanno intrapreso per sbloccare il complesso linguaggio degli Isu, una razza di figure simili a divinità che, nella lore di Assassin's Creed, è anteriore alla civiltà umana. Decodificare le basi della lingua Isu è stato reso possibile solo da Valhalla.

Access The Animus è stato in grado di identificare casi grammaticali, tempi verbali, coniugazioni e regole chiave per la costruzione di frasi confrontando diversi pezzi di testo Isu con traduzioni in inglese fornite nel corso della trama di Valhalla. Sono stati quindi in grado di applicare ciò che hanno appreso al loro obiettivo principale: tradurre diversi segni Isu sulla confezione dell'edizione da collezione del gioco.

Access The Animus prevede di esaminare ulteriori argomenti, come il sistema numerico degli Isu e un enorme documento di gioco noto come file Canterbury, in un video futuro. Probabilmente sarebbe una forzatura dire che il linguaggio è stato decodificato completamente, ma il narrative director di Valhalla Darby McDevitt ha in particolare elogiato il risultato ottenuto su Twitter.

Che ne dite?

Fonte: Kotaku.

Vai ai commenti (0)

Riguardo l'autore

Matteo Zibbo

Matteo Zibbo

Redattore

Appassionato di videogiochi e musica (quella pi¨ rumorosa e veloce possibile), ha un'insana passione per i GdR occidentali che gli sta condizionando l'esistenza.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (0)

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza