Outriders senza microtransazioni o battle pass è una mosca bianca 'old school'

People Can Fly ci spiega come è stato costruito il titolo. 

Outriders è a un mese di distanza dall'uscita dopo alcuni rinvii e lo sviluppatore del gioco è ora impegnato nella campagna marketing. Anche prima di questa recente promozione, People Can Fly ha fatto tutto il possibile per evitare di utilizzare la terminologia "live service" parlando del titolo. Ora il team ha spiegato il suo approccio "vecchia scuola" a come è stato costruito Outriders.

In un'ampia sessione Q&A con la stampa (come trascritto da Wccftech) è stato chiesto al Lead Game Designer Piotr Nowakowski il motivo della mancanza di qualsiasi tipo di sistema di battle pass o microtransazioni. Lo sviluppatore detto che l'obiettivo con il titolo è quello di creare qualcosa di simile alla "vecchia scuola". Fondamentalmente, con Outriders si punta a un'esperienza completa già al momento del lancio, una consegna dell'intero prodotto. Nowakowski afferma che sono aperti alla creazione di più contenuti a lungo termine, il che è in linea con la promessa di non abbandonare il gioco dopo il lancio.

"Dirò che abbiamo deciso di seguire l'approccio della vecchia scuola facendo il gioco e dandolo ai giocatori, senza pensare alle microtransazioni, ai pass battaglia e cose del genere. Ad un certo punto, è stato più facile per noi pensare al nostro gioco in questo modo. Vogliamo consegnare l'intero prodotto. Lo chiamiamo approccio old school. Siamo consapevoli che la maggior parte dei giochi in questo momento si approccia in modo diverso, ma crediamo che ai giocatori piacerà questo modello. Ovviamente, questo non impedisce di aggiungere in futuro contenuti ma non in forma di microtransazioni o battle pass. Amiamo ciò che abbiamo creato ed Enoch è il mondo su cui vogliamo costruire e aggiungere elementi in più. È una mentalità diversa quando pensiamo al gioco."

Outriders uscirà il 1° aprile su PlayStation 5, PlayStation 4, Xbox Series X/S, Xbox One, PC e Stadia.

Fonte: Gamingbolt - Wccftech.

Vai ai commenti (1)

Riguardo l'autore

Matteo Zibbo

Matteo Zibbo

Redattore

Appassionato di videogiochi e musica (quella più rumorosa e veloce possibile), ha un'insana passione per i GdR occidentali che gli sta condizionando l'esistenza.

Contenuti correlati o recenti

Cyberpunk 2077 conferma l'uscita dell'agognato aggiornamento next-gen e un'altra patch importante

Finalmente sappiamo quando Cyberpunk 2077 riceverà il suo upgrade per PS5 e Xbox Series X/S.

Child of Light 2 bloccato da Ubisoft? Il creatore parla di un crossover

Il futuro di Child of Light sembra meno roseo di quanto sperassimo.

The Legend of Zelda Breath of the Wild la folle offerta di uno youtuber, 10.000$ a chi sviluppa il multiplayer

Un fan offre questa cifra a chiunque svilupperà la modalità in Breath of the Wild.

Articoli correlati...

Recensione | Gloomhaven - Dal cartone al digitale il passo è... falso

Il celebre gioco da tavolo arriva in formato digitale.

'The Elder Scrolls VI dovrà essere un gioco decennale' come Skyrim

Todd Howard punta forte su The Elder Scrolls VI.

Project Awakening è vivo e il nuovo video sfoggia un Cyllista Engine che flirta con il fotorealismo

Cygames ci mostra il motore grafico alla base di Project Awakening.

The Elder Scrolls VI potrebbe non uscire prima del 2026

Sarà un'attesa lunghissima per The Elder Scrolls VI?

Commenti (1)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza